Roma – Mal comune mezzo gaudio? Il vecchio adagio per quanto calzante non può suscitare gaudio nel Gruppo Volkswagen se è vero che 29.105 esemplari prodotti tra il 2008 e il 2011 dei brand Volkswagen, Audi e Skoda, devono fare ricorso all’officina per eliminare un difetto, banale sì ma insidioso.
Su Tiguan, Scirocco, Eos, Jetta, Passat e sulle Golf V, VI, Plus e Variant, su A3, ed ancora su Octavia II, Superb II e Yeti, unità con motore Tdi 2.0, il difetto di fusione riscontrato su un particolare può provocare risonanze e vibrazioni che possono incrinare un tubo ad alta pressione del sistema di iniezione.
Il “ricovero” è necessario perché le officine installino sulle condutture a rischio elementi che servono a smorzare le vibrazioni e quindi ad eliminare il pericolo. (ore 18:15)