250mila tra Juke, Tiida, Serena, Patrol, Micra, Infiniti M e QX con motori benzina a iniezione diretta prodotti tra maggio 2010 e genaio 2012 fanno parte della campagna di richiami di notevoli proporzioni effettuata da Nissan in tutto il mondo (in Italia sono interessate 569 Micra 1.2 Dig e 683 Juke 1.6 Dig). Il sensore di pressione della benzina, che fa parte del sistema di iniezione, potrebbe essere stato serrato a una coppia insufficiente e quindi, a causa del calore e delle vibrazioni del motore, potrebbe allentarsi e dare origine ad una perdita di carburante che provocherebbe un abbassamento di pressione dell’impianto.
In precedenza da Nissan (vedi richiami del 23 marzo scoso) erano stati rcihiamati 498 esemplari di Nissan Juke prodotti tra marzo 2010 e novembre 2011 con un tubo di mandata aria all’aspirazione che potrebbe inviare dati sbagliati alla centralina facendo accendere la spi di avaria motore che, addirittura, potrebbe spegnersi e non accendersi più,  mentre su 3.166 tra Qashqai e X-Trail prodotte tra il 2010 e il 2011 è stato installato un dissipatore di calore del servosterzo insufficiente che durante un uso intenso, come può accadere in manovra, fa irrigidire il volante e rendere la sterzata difficoltosa. (ore 18:50)

NO COMMENTS

Leave a Reply