Budapest – Un segnale forte quello lanciato dalla Fiva (Fédération Internationale des Véhicules Anciens), l’ente riconosciuto a livello mondiale come il più importante in tema di veicoli storici, che ha eletto l’avv. Roberto Loi, presidente dell’Asi (Automotoclub storico italiano), come presidente della Commissione Cultura.
Si sono svolte a Budapest le votazioni per la nomina di una parte del nuovo board del Comitato generale e l’assemblea, composta dai rappresentati di 44 nazioni, ha votato per il presidente dell’Asi con 117 voti  favorevoli. Il consenso internazionale testimonia, ancora una volta, come il panorama internazionale del motorismo storico individui nella figura del presidente Loi un esempio di dedizione e competenza, grazie al lavoro svolto in questi anni alla direzione dell’Asi e ai vertici della Fiva da 12 anni.
<<Il fatto che un’associazione importante come Fiva preveda al suo interno una Commissione Cultura non è casuale, testimonia quello che noi come Asi stiamo portando avanti da tempo, è cioè che il motorismo storico ha prima di tutto una valenza culturale e storica da non sottovalutar>>, afferma Roberto Loi.
Il board presieduto da Patrick Rollet ha altri due membri del consiglio dell’Automotoclub storico italiano eletti anch’essi a Budapest: Palmino Poli, direttore Commissione Moto, e Renato Pujatti, direttore Commissione Veicoli Utilitari.

Melina Famà
23 anni, siciliana doc e amante di scarpe, borse e buon cibo. Laureata in Linguaggi dei Media all'Università Cattolica di Milano, si avvicina al mondo dei motori grazie al fidanzato, che la istruisce quasi come un maschiaccio. Gattara nell'animo, è admin di @igers_messina.

NO COMMENTS

Leave a Reply