Alla vigilia l’obiettivo (dichiarato) era di arrivare a mezzo milione di visitatori. I dati ufficiali dicono che le cose sono andate anche meglio: 650.000 le persone accorse al Parco Valentino che hanno passeggiato tra più di 100 modelli di auto esposti dall’8 al 12 giugno.

Un numero di visitatori che avvicina il Salone dell’Auto di Torino ai livelli dei grandi Saloni internazionali.

Un altro dato che piace, che racconta di come il Salone sappia parlare anche ai più giovani, sono gli oltre 4.000 download dell’app ufficiale, moderna e interattiva con la quale avere la mappa dell’esposizione, scoprire i modelli esposti, condividere le immagini delle vetture in pedana e scaricare i sound dei motori.

Ora Torino può guardare a quello che solo un anno fa era “Parco Valentino – Salone & Gran Premio” come a un grande Salone, sul quale investire. Per ridare al nostro Paese, culla di cultura automobilistica come pochi altri al mondo, un grande appuntamento internazionale.

Il Motor Show di Bologna prosegue nel suo declino, con edizione 2015 saltata causa mancanza di espositori come già accadde nel 2013, e ora prova a (ri)rilanciarsi con la prossima edizione di dicembre. Milano con il suo Milano Auto Show di Alfredo Cazzola ha fallito prima ancora di iniziare. Pistola, verrebbe da dire, ma parliamo dell’inventore proprio del Motor Show di Bologna.

Torino, tocca a te? Tempo al tempo. Nella sua seconda edizione, il Salone di Torino ha mostrato solo 8 anteprime mondiali e 21 anteprime nazionali. Ma siamo ancora alla seconda edizione. Tempo al tempo. Il luogo è giusto (Parco Valentino) e la formula piace (alle Case e al pubblico). Non si può che crescere, adesso.

Nel dettaglio, ecco quali sono state le première mondiali: Abarth 595, Mazzanti Evantra Millecavalli, Frangivento Asfanè, IDEA Institute E Legante ed E Voluzione Model 5 Genesi, UP Design Mole Valentino, Luce.

Al debutto italiano, invece, Aston Martin DB11, Audi R8 Spyder, Chevrolet New Camaro, Corvette Z06 C7.R Edition, Ferrari GTC4Lusso, Fiat 500 S, Ford Edge Vignale e S-MAX Vignale, IED Torino Shiwa, Infiniti QX30, Italdesign GT Zero, Jaguar F-Type SVRKia Niro e Optima Hybrid, McLaren 570GT, Pagani Huayra BC, Renault Scenic, Seat Ateca, SsangYong XLV, Suzuki Jimny Street e Vitara Exclusive.

TUTTI I NUMERI DEL SUCCESSO
650.000 visitatori (di cui 200.000 solo domenica 12 giugno)
43 Case automobilistiche e 12 Centri Stile
8 anteprime mondiali e 21 anteprime nazionali
– più di 3.000 richieste di test drive attraverso l’app ufficiale
4.000 download dell’app
95.000.000 mega di dati condivisi attraverso la rete wi-fi installata al Parco del Valentino in 5 giorni
137 auto esposte, comprese quelle dell’area test drive
661 giornalisti e fotografi accreditati
35.000 foto scattate dagli 11 fotografi ufficiali della manifestazione.

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.