Salone di Ginevra 2015. LF-SA e LF-C2, le Lexus del futuro?

In anteprima mondiale al Salone di Ginevra 2015 il progetto di una 2+2 ultracompatta e in anteprima europea una roadster 2+2. Spazio anche alla sportiva GS F, che però non vedremo in Italia (non è ibrida!).

LEXUS_LF-SA_01_GENEVA_MS_2015

Lo scorso anno Lexus aveva chiesto allo EuropeanDesign & Development di realizzare un progetto per una vettura 2+2 ultracompatta. LF-SA è il risultato di questo studio, svelato in anteprima mondiale al Salone di Ginevra 2015.

I designer Lexus hanno studiato accuratamente le dimensioni del concept LF-SA: 3.450 mm di lunghezza, 1.700 di larghezza e 1.430 di altezza, vale a dire una linea compatta che strizza l’occhio alla maneggevolezza per la guida urbana, ma con uno stile che esprime solidità.

L’abitacolo è spazioso, nonostante la compattezza degli esterni. La sensazione di ampiezza è offerta dal modo in cui i designer hanno interpretato la gestione della luce e degli spazi, ad esempio con la forma estesa della plancia che mette in risalto la larghezza degli interni.

In città ci si sposta sempre più spesso da soli, per questo gli interni della LF-SA privilegiano l’area del guidatore, con sedile fisso e volante e pedaliera regolabili, per fare in modo che sia la vettura ad adattarsi al guidatore e non viceversa. Il sedile del passeggero, invece, è dotato di un sistema di scorrimento per l’accesso ai sedili posteriori.

Il sistema di infotainment comprende un display digitale olografico raggruppato nel quadro strumenti e un Head-up display a proiezione “panoramica”, collocato alla base del parabrezza.

LF-C2 d)_HighProfile_high

CONCEPT LF-C2
Presentata al Salone di Los Angeles 2014, non rappresenta soltanto il progetto di una roadster 2+2.
La LF-C2 interpreta il futuro stilistico di Lexus, caratterizzato da linee sempre più audaci e decise. Il colore giallo brillante è il frutto di un processo di verniciatura multistrato. Dopo il primo rivestimento protettivo, viene applicato uno strato di colore argento, un ulteriore rivestimento trasparente e infine il giallo, che mescolandosi all’argento dona alla vettura una brillante lucentezza. Al termine di questo processo, viene quindi applicato uno strato protettivo finale.

“Siamo istintivamente attratti e ispirati dagli oggetti che catturano la bellezza della luce. Quando la luce colpisce un oggetto con la giusta angolazione, lo vedi in modo completamente diverso, come se lo osservassi per la prima volta”, Yasuo Kajino, chief designer per LF-C2.

La LF-C2 accoglie in un abitacolo spazioso che abbina il carattere accattivante di una roadster all’eleganza sportiva degli esterni. Il cruscotto è caratterizzato da una semplicità funzionale abbinata a un quadro strumenti e a un monitor centrale, controllato tramite una nuova interfaccia Remote Touch. Tutto è intuitivo e, allo stesso tempo, di forte impatto visivo, grazie anche a un orologio analogico dallo stile classico, posizionato tra le bocchette centrali della ventilazione.

LEXUS_GS_F_02_GENEVA_MS_2015

NUOVA GS F
Sviluppata a partire dal modello base della GS, la GS F è una berlina sportiva quattro porte con motore otto cilindri aspirato da 5.0 litri che sviluppa 477 cv e una coppia massima di 530 Nm.

“Le Lexus firmate con la ‘F’ nascono per creare un feeling positivo quando ci si mette al volante, realizzando un’esperienza di guida straordinaria. Con la nuova GS F abbiamo realizzato non soltanto una vettura capace di superare qualsiasi tipo di aspettativa, ma un prodotto capace di infondere la gioia dell’automobilismo a chiunque la guidi”, 
Yoshiharu Nakajima, project chief designer Lexus Design Division.

Peccato che non la vedremo in Italia. Già, perché in linea con la strategia italiana 100% ibrida del brand, non è prevista al momento la commercializzazione della Lexus GS F, che ibrida non lo è affatto, nel nostro Paese. Speriamo ci sia qualche ripensamento futuro.