Al Salone di Parigi 2016, Citroen esporrà in anteprima mondiale la Cxperience Concept, berlina a due volumi da 4,85 metri che mostra l’intenzione della Casa francese di muoversi, in futuro, nel territorio alto di gamma. La concept car, curata fino al più piccolo dettaglio, offre un design aerodinamico, in linea con i nuovi codici estetici del Marchio, e si ispira al mondo high-tech per l’esterno e all’idea di viaggio e di arredamento per gli interni.

Con proporzioni imponenti (4,85 m di lunghezza e 2 m di larghezza), un tetto molto basso (1,37 m di altezza) e sbalzi ridotti (3 m di passo) su ogni lato del veicolo ci sono dei flap mobili che si aprono e si chiudono in modo da contribuire all’aerodinamicità durante la guida.

L’abitacolo è realizzato con materiali premium, in colore “giallo agrumi”. Oltre al volante ad una sola razza, richiamo alla storia Citroen, la plancia flottante è lavorata in senso orizzontale. Si presenta in 3 dimensioni, come un tubo tagliato e scolpito che si prolunga da un lato all’altro in un unico elemento.

Pensando al massimo comfort dei passeggeri, all’interno tutto è stato progettato per agevolare il benessere del corpo, in particolare i sedili in memory foam, progettati in modo che la parte superiore dello schienale e la nuova concezione dei poggiatesta offrano una maggiore visibilità ai passeggeri posteriori.

Al passo con i tempi e coerente con il programma “Citroen Advanced Comfort”, la Cxperience Concept è accogliente, confortevole e iperconnessa. Si distingue per l’interfaccia uomo-macchina intuitiva, con display panoramico da 19” in formato 16/3 integrato in modo spettacolare al centro della plancia. Il touchscreen centrale è costituito da zone ben distinte, che tramite una modalità “multi finestre” possono essere configurate come 1/3 – 2/3, 2/3 -1/3 o pieno schermo, in base alle preferenze.

117286_broadcast11

La continuità digitale e l’attivazione di alcune funzioni a bordo è garantita anche da altri due elementi: uno smartphone e un tablet. Nella parte anteriore la console offre un supporto dedicato allo smartphone, ricaricabile tramite induzione magnetica e connesso ai display, che funge da chiave di avviamento e da comando per attivare numerose impostazioni. Nella parte posteriore c’è invece il tablet per regolare in parallelo i sedili e la climatizzazione, o per condividere con i compagni di viaggio i propri file multimediali (giochi, musica, video) in tutta semplicità.

Sempre in ottica hi-tech, la Citroen Cxperience Concept punta sulla retrovisione high-tech. Oltre alle telecamere anteriori e posteriori, i tradizionali retrovisori esterni lasciano posto a due telecamere le cui immagini sono riprodotte sui piccoli display digitali posizionati lungo le controporte. In più, la concept car propone anche la ConnectedCAM presentata in anteprima mondiale sulla Nuova Citroen C3.

L’intelligenza tecnologica si esprime anche nella scelta di una soluzione ibrida plug-in con un motore che sviluppa da 150 a 200 cv e all’energia supplementare fornita dal motore elettrico (fino a 80 kW). In modalità 100% elettrica l’autonomia è però contenuta a soli 60 km, mentre in autostrada il motore termico raccoglie il testimone per offrire una potenza totale che può raggiungere i 300 cv.

La batteria da 13 kWh può essere ricaricata completamente in 4 ore e 30 minuti con un dispositivo di ricarica standard e in meno di 2 ore e 30 minuti scegliendo la ricarica ultra facile, utilizzando un caricabatteria da 6,6 kW compatibile con una presa 32 A.