Seat, nel 2014 fatturato record. Trascina le vendite la nuova Leon

La Casa di Martorell prosegue il proprio percorso verso la crescita sostenibile. L’aumento delle vendite nel 2014 ha consentito a Seat di chiudere l’anno con un fatturato record che segna un incremento del 15,8%.

media-La SEAT Leon ST CUPRA (27)

Perseguire con determinazione un percorso che si basa prima di tutto sul concetto di “crescita sostenibile” può portare a ottimi risultati per un azienda. A testimonianza di ciò i risultati di vendita Seat. L’aumento delle vendite nel 2014 ha consentito all’azienda di Martorell di chiudere l’anno con un fatturato record di 7.497 milioni di euro, segnando un incremento del 15,8% rispetto al 2013, nonché il più alto ricavo della sua storia.

Questo aumento di fatturato è stato possibile principalmente grazie alla crescita delle vendite, trascinate nello specifico dalla forza crescente di mercati come Germania, Spagna, Regno Unito ed Europa centrale. Uno dei segreti alla base di questo successo risiede però nella scelta di Seat di investire molto nel settore “Ricerca e Sviluppo” tanto che nel 2014 sono stati spesi 457 milioni di euro con l’obiettivo di ampliare la gamma prodotti senza tralasciare le attività di “Marketing e Comunicazione”, al fine di rafforzare la conoscenza del brand.

“Il 2014 ha rappresentato un’importante svolta nel nostro percorso verso la redditività sostenibile. Non solo abbiamo migliorato i risultati di vendita e raggiunto il miglior risultato dal 2007, ma abbiamo anche spostato il nostro baricentro sulla Leon, un modello capace di garantire una maggiore redditività”, Jürgen Stackmann, presidente Seat.

La Leon è infatti senza ombra di dubbio il modello che riflette alla perfezione il trend positivo dell’Azienda. Affermatosi come il modello più venduto del brand nel 2014, superando  per la prima volta la Ibiza, Il successo di questo modello compatto è stato ulteriormente potenziato dalle nuove versioni a completamento della famiglia.  Leon ha quindi contribuito con 390.500 vetture vendute nel 2014 all’aumento del 10% delle vendite globali Seat tanto che, adesso, la “formula Leon” verrà applicata praticamente a tutta la gamma Seat.

L’aumento delle vendite e della produzione ha portato inoltre Seat all’assunzione di 800 nuovi collaboratori, di cui 350 sono diventati contratti a tempo indeterminato da gennaio 2015, aspetto importantissimo in questo generale momento di crisi. Così facendo la Casa di Martorell si è riconfermata come uno tra i principali datori di lavoro nel settore industriale in Spagna.

A dimostrazione del proprio impegno verso la formazione pratica e l’attenzione ai giovani, inoltre, Seat ha da poco inserito nel proprio organico i primi 45 diplomati del cosiddetto programma “duale”, corso di formazione triennale con una qualifica valida sia in Spagna che in Germania. E come se non bastasse, è alla ricerca di 100 ingegneri.

Per non perdere tutto ciò che  di positivo è stato fatto fino ad ora, Seat non smette però di pensare al futuro e punta alla crescita anche per il 2015. Nei primi due mesi dell’anno le vendite a livello globale hanno registrato un +7,5% rispetto allo stesso periodo del 2014, grazie soprattutto alla tendenza positiva in mercati come Spagna, Italia, Regno Unito, Europa centrale e Messico.

Durante l’anno in corso Seat si prepara anche per il lancio del suo primo suv che sarà presentato al Salone di Ginevra del prossimo anno. La progettazione e lo sviluppo del nuovo modello sono già in corso al Centro Tecnico Seat di Martorell, una struttura che proprio quest’anno celebra il suo 40° anniversario.