Sergio Marchionne de Robespierre

Nell’agenda delle priorità di Marchionne non c’è solo il rilancio della Ferrari in F1. L’altra priorità è l’affidabilità delle auto dei brand che costituiscono la costellazione FCA. Secondo il Consumer Reports, su 28 marche prese in esame Fiat si trova all’ultimo posto e Jeep al penultimo.

sergio-marchionne

Nell’agenda delle priorità di Sergio Marchionne non c’è soltanto il rilancio della Ferrari in Formula 1. Preoccupazione non di poco conto in considerazione del fatto che nel passaggio all’ibrido la scuderia di Maranello s’è trovata sui banchi dei principianti a seguire le lezioni della professoressa Mercedes.

L’altra priorità è l’affidabilità delle auto dei brand che costituiscono la costellazione FCA. La sveglia l’ha suonata negli Stati Uniti il Consumer Reports con una rilevazione annuale nella quale su 28 marche prese in esame la Fiat si trova all’ultimo posto, la Jeep al penultimo, la Ram è terzultima, la Dodge è quartultima. Chrysler è al 22mo posto. Classifica tanto più preoccupante dal momento che tutti i brand FCA hanno subito una drastica retrocessione rispetto alle posizioni dell’anno precedente: Dodge ha perso una posizione, Jeep e Chrysler quattro, Ram sette. La Fiat nel 2014 è stata oggetto della prima rilevazione che la riguarda sul mercato nordamericano.

Vero è che Mercedes-Benz è stata retrocessa dall’11mo al 24mo posto, ma è anche vero che quel che accade alla Stella di Stoccarda nella fattispecie non può interessare al punto da fare “godere” i vertici di Auburn Hills.

Per la Ferrari a digiuno di vittorie in Formula uno sono state tagliate le teste, in rapida successione, degli incolpevoli Stefano Domenicali e Marco Mattiacci. Per i brand FCA colpiti dagli strali di Consumer Reports ha pagato il responsabile della qualità Doug Betts. A Maranello è stato insediato da Marchionne Maurizio Arrivabene, dallo stesso Marchionne ad Auburn Hills è stato chiamato Mark Chernoby.

I due feldmarescialli stiano allerta. Sergio Marchionne de Robespierre rimane pronto ad intervenire.

SHARE
Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.