Merano – Il 2014 dell’auto grazie all’ultimissimo nuovo modello Bmw riserva forse la più grande sorpresa che ci si potesse aspettare. Non solo. La Serie 2 Active Tourer è decisamente la novità di prodotto più novità in senso stretto che Bmw abbia sfornato negli ultimi anni, un’auto che non si indirizza a chi già conosce il brand ma che guarda a un nuovo pubblico.
Alla famiglia di modelli Bmw siamo ormai abituati da tempo. Si aggiungono varianti di modello, si aggiornano le versioni, si migliorano i motori. La Serie 2 Active Tourer è davvero qualcosa di innovativo per la Casa, qualcosa che amplia il raggio e lo spettro d’azione del brand: è la sua prima monovolume compatta premium e la prima a trazione anteriore. Sì, avete letto bene. Monta la trazione anteriore. Da sempre fedele alla trazione posteriore Bmw si è dovuta arrendere alla legge del mercato.
Più che arresa incondizionata, un armistizio. Grazie alla trazione anteriore e al motore montato trasversalmente la Bmw Serie 2 Active Tourer, che si basa sul pianale – o piattaforma, come precisa il responsabile comunicazione prodotto del Bmw Group Italia, Alessandro Toffanin – della nuova Mini nonché della Serie 2, con cui condivide praticamente la stessa lunghezza, gode di uno spazio a bordo eccezionale da fare invidia a vetture di categoria (molto) superiore. Lo stupore raddoppia se si pensa che è leggermente più alta della X1, perché la X1 non vanta lo spazio a bordo della Serie 2 Active Tourer!
Sempre nel confronto con la X1, la Serie 2 Active Tourer gode di una posizione di guida leggermente rialzata. Questo, in combinazione con la linea del tetto rialzata, il passo lungo e il motore anteriore montato trasversalmente, massimizza le possibilità di configurazione degli interni e l’offerta di spazio a bordo, con i sedili posteriori leggermente rialzati rispetto a quelli anteriori (senza compromettere lo spazio per la testa) per una sensazione di comfort impareggiabile.
Nella sfida con la Mercedes Classe B, che (forse) temendo l’arrembaggio Bmw si è rifatta il trucco, la Serie 2 Active Tourer si propone sul mercato – lancio previsto a fine settembre – con tre potenti e leggeri motori a tre e quattro cilindri di nuova generazione. Entry level della gamma è il 218i 3 cilindri da 1.500 cc di cilindrata e 136 cv. Sul fronte diesel troviamo il 218d, 4 cilindri 2.0 di cilindrata e 150 cv di potenza. Al top di gamma la 225i con il cambio di serie Steptronic a otto rapporti – per gli altri di serie c’è un manuale a 6 marce – che sviluppa una potenza di 231 cv.
Oltre alla versione base, Bmw propone la Serie 2 Active Tourer in quattro allestimenti, che si differenziano oltre che per gli equipaggiamenti anche per il look esterno: Advantage, Sport Line e Luxury Line. Da fine 2014 verrà offerta anche con allestimento M Sport e contemporaneamente la gamma sarà completata dai motori 216d, che dovrebbe avere una potenza di 116 cv, 220d (190 i cv previsti) e 220i, questi ultimi due dotati di trazione integrale intelligente xDrive. Un’aggiunta quella della trazione integrale che potrebbe portare la Serie 2 Active Tourer a dare fastidio a qualche vettura non strettamente da considerare competitor. E se poi dovesse arrivare una versione a 7 posti come si vocifera…
Da vettura premium, la Serie 2 Active Tourer si propone sul mercato con un prezzo d’attacco di 26.950 euro, relativo alla motorizzazione benzina. Prezzo d’attacco per il diesel, invece, 30.900 euro. Andando al top di gamma in allestimento completo si arriva a 41.550 euro.

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.