Prende forma il primo pick-up Mercedes, mentre avanza il cantiere dei siti produttivi dell’Alleanza in Spagna e Argentina. Il consolidamento della partnership ha permesso di generare economie di scala per i due Gruppi. Ecco le tappe principali dell’ultimo anno.

La partnership tra l’Alleanza Renault-Nissan e Daimler, che “si basa su uno spirito di cooperazione e fiducia”, come ha commentato Carlos Ghosn, CEO dell’Alleanza, nel 2016 ha raggiunto il settimo anno di vita ed entra ora nella fase di maturità.

Un partnership che come spiega Dieter Zetsche, presidente del consiglio di amministrazione di Daimler e responsabile di Mercedes-Benz Cars, “spazia dai ricambi alle piattaforme, dallo sviluppo alla produzione congiunta, dalle automobili ai veicoli commerciali”. E pensare che all’atto della costituzione, ad aprile 2010, la collaborazione era circoscritta a tre progetti, concentrati prevalentemente in Europa.

Da allora le aree comuni di collaborazione hanno continuato a espandersi: prodotti, motori e acquisti incrociati in Europa, Asia, Nord America e America Latina. Ecco le principali tappe dell’ultimo anno.

LA SMART ELETTRICA
Le nuove smart e Renault Twingo sono state i primi veicoli prodotti su una piattaforma condivisa tra Daimler e l’Alleanza. Lanciata nel 2014, la fortwo è prodotta nello stabilimento Daimler di Hambach, Francia, mentre entrambi i veicoli a quattro posti sono prodotti nello stabilimento Renault di Novo Mesto in Slovenia.

Le versioni electric drive di fortwo coupé e cabrio e smart forfour sono state svelate al Salone di Parigi. I nuovi motori sono fabbricati nello stabilimento Renault di Cléon, in Francia. La batteria della smart elettrica, invece, è prodotta in una filiale di Daimler a Kamenz, in Germania.

AVVIO DEL CANTIERE COMPAS
È il primo sito produttivo condiviso. Nel 2015 Nissan e Daimler hanno posato la prima pietra dello stabilimento di Aguascalientes, in Messico. Un cantiere da un miliardo di dollari che produrrà la nuova generazione di veicoli compatti premium, per Infiniti a partire dal 2017 e per Mercedes dal 2018. Le assunzioni del personale e l’installazione degli impianti hanno avuto inizio a maggio 2016, in linea con la pianificazione. La costruzione del sito si concluderà nel 2017.

Seguiranno i preparativi per la produzione pilota dei veicoli Infiniti e sarà implementato un nuovo protocollo di valutazione della qualità. Il sito produttivo dovrebbe produrre oltre 230.000 unità l’anno entro il 2020. I veicoli saranno prodotti anche in altri stabilimenti Daimler e Nissan dislocati in Europa e Cina.

IL PICK-UP MERCEDES DA UNA TONNELLATA
Nel 2015, Daimler e Nissan hanno annunciato lo sviluppo congiunto del primo pick-up Mercedes, che condividerà una parte dell’architettura con il nuovo Nissan NP300, con Daimler responsabile dell’ingegneria e della progettazione.

Il pick-up Mercedes sarà prodotto nello stabilimento Renault di Cordoba, in Argentina, e nello stabilimento Nissan di Barcellona, in Spagna, dove saranno prodotti anche Nissan NP300 Frontier e Renault Alaskan. A ottobre Mercedes svelerà ulteriori dettagli sul design, la strategia commerciale e i mercati in cui il pick-up sarà commercializzato.

PRODUZIONE CONGIUTA DI MOTORI
La condivisione dello sviluppo e della produzione di motori, assieme ai progetti di acquisti incrociati per le componenti motore, rappresenta una cooperazione inedita nel segmento dei gruppi motopropulsori (motori e trasmissioni). Lo stabilimento Nissan di Decherd nel Tennessee, Stati Uniti, è emblematico di questo successo nella produzione condivisa.

A giugno 2014 è iniziata per Nissan la produzione di motori benzina 2 litri 4 cilindri, mentre le operazioni per i motori Daimler sono cominciate a ottobre 2014. Finora lo stabilimento ha costruito circa 250.000 motori ed è in corso l’ampliamento del sito deciso a inizio 2016.

NO COMMENTS

Leave a Reply