Secondo le indiscrezioni di Autobild, la Commissione Europea sarebbe pronta ad anticipare l’obbligo della frenata automatica d’emergenza per tutte le nuove auto. E non solo per evitare o limitare gli effetti di un incidente, ma anche per ridurre la velocità stessa dell’auto.

Oggi sempre più modelli di categorie e brand diversi montano a bordo un sistema che legge la segnaletica stradale, per ricordare a chi guida il superamento dei limiti di velocità. Un piccolo accorgimento che può contribuire alla riduzione dell’8% del numero delle vittime della strada.

Con la riduzione automatica della velocità, non solo il sistema leggerà il cartello relativo al limite di velocità, ma andrà anche a rallentare l’andatura.

È un po’ come se l’auto stesse dicendo: “se non hai ben capito, qui c’è un limite di velocità. Se non lo rispetti tu, te lo faccio rispettare io”. Un obbligo alquanto invasivo, ma secondo le stime in grado di far scendere il numero dei morti per incidente anche del 37%. E non serve fare calcoli: ogni anno sulle strade d’Europa perdono la vita 26.000 persone; e l’Italia si trova ai primi posti della (triste) classifica.

Sempre secondo Autobild, la Commissione Europea avrebbe individuato nel 2022 la data per l’entrata in vigore dell’adozione obbligatoria della frenata d’emergenza per tutti i nuovi modelli di auto. In che modo il dispositivo, precisamente, andrà a funzionare ancora non si sa.

Intanto, 20 costruttori tra cui Fca (cioè il 99% del mercato nordamericano) hanno già raggiunto negli Usa un accordo con National Highway Traffic Safety Administration e Insurance Institute for Highway Safety proprio per l’installazione di serie della frenata automatica d’emergenza (Aeb, acronimo di Automatic Emergency Braking). Entro il 1° settembre 2022 tutte le nuove vetture vendute negli Usa saranno dotate di Aeb, con Toyota che promette addirittura di rispettare l’accordo già da fine 2017.

Insomma, l’Aeb potrebbe diventare a breve una dotazione obbligatoria a bordo delle auto proprio come lo sono oggi Abs ed Esp, dispositivi di sicurezza un tempo disponibili solo come optional e oggi certezza su ogni vettura.