Il Palaexpo di Ginevra apre oggi i battenti per stampa e operatori del settore, lucidandosi le piume in attesa del debutto ufficiale, domani, davanti al pubblico di appassionati che fino al 16 Marzo prossimo affollerà il Salone elvetico.
Il fil rouge della rassegna è l’ecologia applicata ai motori, ovvero  risparmio energetico e carburanti ecologici. Delle 135 anteprime assolute mondiali ed europee, ben 17 sono rappresentate da autoveicoli con tecnologia alternativa, in primis il motore elettrico. Al tema ambientale è dedicata un’esposizione speciale al padiglione 3.
Altro tema caldo che occuperà certamente nei prossimi giorni la scena del Salone di Ginevra è il “valzer” delle alleanze innescato dalle case automobilistiche internazionali per cercare di uscire dalla crisi internazionale del settore che porta costantemente a nuovi tagli di posti di lavoro e altri escamotage per tentare di ridurre i costi ormai quasi insostenibili anche per i colossi dell’auto.
Ecco, quindi, profilarsi all’orizzonte insolite alleanze che in tempi neppur troppo lontani erano considerate irrealizzabili, come quella che vedrebbe alleate Mercedes e Bmw considerate acerrime nemiche. In questo duo potrebbe inserirsi, addirittura già nel contesto del Salone ginevrino, anche Fiat che da tempo lavora per la definizione di un accordo con Bmw.
Altra “Santa alleanza” che potrebbe essere definita nell’ambito della rassegna svizzera è la cessione dei marchi Jaguar e Land Rover dalla Ford alla Tata. L’annuncio della cessione dei due prestigiosi brand inglesi alla Casa automobilistica indiana è un evento, destinato a modificare lo scenario e le strategie mondiali dell’industria dell’auto. Per la prima volta, infatti, la società di un paese asiatico emergente soccorre un colosso occidentale.
Venendo alle novità proposte, un posto di rilievo spetta ai brand italiani con Fiat che presenta la nuova 500 Abarth, Lancia che propone la Delta HPE  e Alfa Romeo che presenta Junior e 8C Spider.
Dalla Germania Bmw dato l’approssimarsi della bella stagione punta sulle “scoperte” e propone le due convertibili M3 e Serie 1; Audi, invece, si affida alla potenza della nuova RS6 Avant, della TT-S e della R8 diesel ma anche sulla comodità della nuova A4 Avant. In Casa Mercedes l’attenzione è tutta per il restyling della SL e della M, ma la novità sarà rappresentata dalla versione definitiva della GLK.
Allo stand Jaguar in mostra la nuova XF-R mentre per Mini svelata la versione cabriolet e la John Cooper Works anche per la Clubman.
Fra le francesi Citroën porterà la C5, in vendita da maggio mentre Renault presenta la Megane concept coupè, la Laguna Coupè, la Twingo RS ed il SUV Koleos 4X4. Per Peugeot nuova la versione di 207 CC targata Roland Garros, con la 308 SW, GT e la concept RC Z. La svedese Volvo, invece, porta la nuovo XC60.
D’oltre manica la novità Mazda che svelerà la sua 2 in versione tre porte, Honda che porterà la nuova Accord e la CR-Z e Suzuki alcune concept. Nissan esporrà la nuova Murano e porterà la GT-R al suo debutto europeo.
Anteprima mondiale per l’Infiniti FX con cui il marchio di lusso della Nissan debutterà sui mercati europei, andando dritta dritta contro la Lexus della Toyota; quest’ultima debutterà in Europa nel campo dei piccoli SUV.
Subaru, invece, si presenta con il suo turbodiesel boxer su Legacy e Outback e la nuova Forester.
Degna di nota, poi la citycar Toyota iQ e la low-cost Nano della Tata, mentre agli antipodi del mercato, ovvero per il settore “superlussuose”, Rolls-Royce presenta la Phantom Coupé, Maserati la nuovissima GranTurismo S e Lotus la “dedicata” Europa.