Dall’1 gennaio 2018 Stephan Winkelmann sarà il nuovo presidente di Bugatti, al posto di Wolfgang Dürheimer che lascia il ruolo dopo cinque anni per andare in pensione. “Accetto la richiesta di Wolfgang di andare in pensione – commenta Matthias Müller, presidente del Consiglio di Amministrazione del Gruppo Volkswagen -. Lo ringrazio per lo straordinario lavoro svolto nell’arco di 18 anni nell’ambito di diverse funzioni all’interno del Gruppo Volkswagen. In Bugatti ha chiuso con successo l’era della Veyron e, con lo sviluppo della Chiron, è riuscito ad aprire un nuovo avvincente capitolo per il marchio”.

 

Stephan Winkelmann fa il suo ingresso in Bugatti come profondo conoscitore della scena delle auto sportive e del settore del lusso – conlude Muller -. Sono convinto che, con la sua esperienza pluriennale in questi settori, la sensibilità nei rapporti con una clientela esclusiva e una profonda comprensione del marchio, darà nuovi impulsi a Bugatti e condurrà questo speciale marchio verso un futuro vincente.

Matthias Müller

Stephan Winkelmann arriva da Audi Sport, che guida dalla primavera 2016 come amministratore delegato. Precedentemente, è stato per 11 anni presidente e amministratore delegato di Lamborghini. Nel ricoprire queste funzioni, Winkelmann ha trasformato il marchio in uno dei produttori leader mondiali di auto supersportive. Prima di entrare nel Gruppo Volkswagen nel 2005, Winkelmann, laureato in scienze politiche, ha svolto diversi incarichi manageriali in Fiat, da ultimo come presidente del Consiglio di Amministrazione di Fiat Auto Austria, Svizzera e Germania.

Wolfgang Dürheimer ha iniziato la sua carriera professionale nel 1986 in Bmw. Laureato in ingegneria dell’automobile e in ingegneria gestionale, nel 1999 è passato in Porsche dove nel 2001 è diventato membro del Consiglio di Amministrazione per il settore Ricerca e Sviluppo. Nel 2011 ha rivestito il ruolo di presidente di Bugatti, di presidente e a.d. di Bentley Motors e come rappresentante generale del Gruppo Volkswagen ha assunto la guida del settore motorsport del Gruppo. Nel 2012 è entrato nel Consiglio di Amministrazione di Audi come responsabile dello sviluppo tecnico e nel 2014 è tornato alle precedenti funzioni in Bugatti e Bentley, dove è stato anche responsabile dello sviluppo e dell’introduzione sul mercato della Chiron.