Sterling Countryman Deluxe 2016, l’intramontabile fascino retrò

Una giovanissima Casa motociclistica italiana, The Black Douglas Motorcycle Co., propone motocicli dal sapore inconfondibilmente british, fatti di eleganza e semplicità della forma.

BD-Ambientate8

L’auto di domani è sempre più ipertecnologica e futuristica. Ma chi lo ha detto che anche la moto di domani sarà così? Sarà solo fari laser e casco con head-up display integrato? E se invece si ispirasse ai ruggenti Anni ‘20, quel periodo storico in cui le moto erano esclusivo appannaggio dei più avventurosi?

Riportando la moto alle sue origini “handmade”, è quello che fa una giovanissima Casa motociclistica, The Black Douglas Motorcycle Co., attiva dal 2011 a Vignate, in provincia di Milano, che si propone come creatore di motocicli dal sapore inconfondibilmente british, fatti di eleganza e semplicità, con una produzione in serie che abbraccia un’appassionata cura artigianale.

L’ultimo esempio in questo senso, che conferma l’azzeccata proposta commerciale, è la Sterling Countryman Deluxe, nelle due varianti 125cc e 230cc.

Il design della moto ricalca le prime sottocanna Anni ’20, con sella monoposto e telaio rigido tubolare in acciaio. La Sterling Countryman Deluxe è spinta da un propulsore monocilindrico a 4 tempi, costruito su licenza Honda, in grado di sviluppare per la versione 125cc una potenza di 12,75 cv e per la versione 230cc 14,3 cv, raggiungendo la velocità massima di più di 115 km/h (versione 230cc).

La Sterling misura 2.180 mm di lunghezza, 620 mm di larghezza, 860 mm di altezza da terra (regolabile grazie a un apposito kit) per un peso complessivo a secco di 95 kg per la versione 125cc e 98 kg per la 230cc.

Il serbatoio in lega di alluminio e magnesio, realizzato a mano, è diviso internamente in due camere, una per gli 8,5 litri di carburante, l’altra per gran parte dell’impianto elettrico. Non c’è spazio infatti per parti in plastica, ad esclusione dei connettori e isolanti elettrici nascosti nel telaio. Di serie una forcella di tipo Girder ricavata da fusione e parti dal pieno in Ergal, ruote da 21″ calzate da pneumatici da 3,00 e freni a tamburo.

Pensando all’uso quotidiano, la Sterling Countryman Deluxe può essere abbellita con un portapacchi posteriore, sui cui è possibile montare lateralmente borse in tela o in pelle con o senza serratura e, centralmente, un cestino in vimini in perfetto stile vintage. Oltre a questi, la moto è predisposta per il montaggio di due portaoggetti con serratura, uno sul serbatoio e l’altro davanti alla ruota posteriore.

Per la Sterling Countryman Deluxe 2016 sono previsti due layout, uno monocromatico e uno bicolore, su 36 diverse colorazioni, tutte rigorosamente in stile british.

Prezzi da 9.480 euro per la versione 125cc e 10.950 euro per la versione 230cc.

L’attenzione all’estetica retrò non porta a rinunciare all’affidabilità e alla praticità delle moto più “moderne”. La prova arriva dal Certificato Europeo di Conformità, che accomuna tutta la gamma The Black Douglas Motorcycles, perfettamente in linea con le norme vigenti per l’utilizzo stradale.