L’Unrae, l’Associazione delle Case automobilistiche estere operanti in Italia, si unisce alle Associazioni dell’autotrasporto nel chiedere che Governo e Parlamento prendano in seria considerazione le conseguenze negative che l’esclusione dal Superammortamento dei veicoli industriali porterebbe in un settore strategico che serve tutti i comparti produttivi nazionali.

“Se i veicoli industriali venissero esclusi dal Superammortamento lo sviluppo del settore verrebbe frenato – spiega Franco Fenoglio, presidente della sezione veicoli industriali Unrae – contro le stesse prospettive strategiche del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti. Anche nei nostri recenti incontri con le Istituzioni abbiamo sostenuto l’importanza di rendere strutturali i finanziamenti destinati al rinnovo del parco circolante, partendo proprio dal rinnovo pluriennale del Superammortamento, della Legge Sabatini e dei fondi per gli investimenti nell’autotrasporto”.

“Visto l’andamento del mercato degli ultimi mesi – conclude Fenoglio – possiamo confermare che la mancata proroga di uno solo degli strumenti sopra elencati porterà a un rallentamento del rinnovo del parco, compromettendo la realizzazione di un sistema di trasporti dotato di maggior sostenibilità ambientale e sicurezza”.