Con un motore e una ciclistica di derivazione Superbike, la GSX-S1000 Abs punta a superare i limiti della sua categoria. In occasione dell'arrivo nelle concessionarie, fino al 31 maggio la nuova maxi-naked è offerta ad un prezzo promozionale.

foto-gsx-s1000-abs-3

Motore e ciclistica sono di derivazione Superbike e, forse, basterebbe solo questo per comprendere come Suzuki non abbia lasciato nulla al caso nel tentativo ambizioso di realizzare una naked che unisca tecnologia, prestazioni e leggerezza.

Il marchio giapponese, infatti, con la nuova GSX-S1000 Abs irrompe nel settore delle naked ad alte prestazioni e lo fa senza compromessi, ma osando. Se le scelte effettuate da Suzuki risulteranno vincenti “lo scopriremo solo vivendo”, come recitava Lucio Battisti, anche perché il nuovo modello della Casa di Hamamatsu è già disponibile nelle concessionarie e anche per una prova in occasione degli eventi DemoRide Tour 2015.

TECNOLOGIA E LEGGEREZZA SENZA COMPROMESSI
La scheda tecnica fornita da Suzuki indica il peso a secco della GSX-S1000 intorno ai 195 kg che, di per sé, stabilisce un piccolo record nel suo segmento, con un valore addirittura inferiore a quello della “sorella” GSR750 Abs che pesa, invece, 213 kg. Il dato relativo al peso complessivo è quindi, sulla carta, espressione di estrema maneggevolezza e facilità di guida corroborato dall’altezza sella di appena 810mm che rappresenta, anche in questo caso, il valore più contenuto della sua categoria.

Oltre al comfort di guida, Suzuki ha ovviamente pensato, come da tradizione, alle prestazioni della sua nuova creatura. Inserito nel telaio a doppia trave in alluminio troviamo infatti un 4 cilindri da ben 999 cc della serie GSX-R1000 K5: un propulsore che ha le performance incise nel suo codice genetico essendo già Campione del Mondo Superbike e sul quale i tecnici Suzuki sono intervenuti ulteriormente per migliorare la coppia ai medi regimi al fine di esaltare le doti di progressività lungo tutto l’arco di erogazione. Rispetto all’unità GSX-R1000 sono nuovi anche i pistoni, ora più leggeri, ed il profilo delle camme adattato per un uso stradale, oltre a numerose modifiche di dettaglio tese a perfezionare il raffreddamento e l’efficienza termica. Il risultato di questi interventi si traduce in 107 kW/10.000 giri (146 cv) di potenza massima e ben 106 Nm/9.500 giri di coppia.

NUOVO SISTEMA DI CONTROLLO DELLA TRAZIONE
Forse rappresenta la vera novità introdotta da Suzuki che affida alla GSX-S1000 Abs il debutto di  un interessante sistema di controllo della trazione, impostabile su tre differenti livelli di intervento ed eventualmente escludibile. Oltre a garantire un feeling adatto ad ogni esigenza del pilota, Suzuki garantisce che il sistema permette una guida fluida e sicura in ogni situazione, contribuendo attivamente ad esaltare l’intesa tra il pilota e la sua moto.

foto-gsx-s1000-abs-1

TELAIO A DOPPIA TRAVE E SOSPENSIONI REGOLABILI
Con un interasse di soli 1.460 mm, il telaio a doppio trave in alluminio di derivazione GSX-R1000, dovrebbe assicurare alla GSX-S1000 Abs un carattere estremamente intuitivo. L’obiettivo degli ingegneri Suzuki è stato quello di unire maneggevolezza e performance nella guida più impegnativa con elevate doti di ecletticità anche in città e nell’impiego turistico. Le sospensioni completamente regolabili assicurano inoltre la possibilità di scegliere con facilità il set-up ideale sia se siete alla ricerca del massimo comfort sia se, invece, volete sfruttare a fondo le prestazioni del motore e della ciclistica.

L’impianto frenante è di tutto rispetto, si tratta delle pinze freno Brembo radiali a 4 pistoncini, le stesse impiegate sulla superbike GSX-R1000, accoppiate ad un doppio disco anteriore da 310 mm e sistema Abs Bosch di serie, a garanzia della necessaria sicurezza anche nelle condizioni più gravose.

Già disponibile nelle concessionarie, se siete interessati è importante sapere che, fino al 31 maggio, la nuova GSX-S1000 Abs è proposta al prezzo di 11.990 euro.

CONTROLLI SUZUKI, CHECK-UP GRATUITO PER VIAGGIARE IN SICUREZZA
Con l’arrivo della “bella stagione” le novità Suzuki continuano, perché la Casa Giapponese offre un’analisi gratuita del proprio veicolo con un resoconto dettagliato circa lo stato e le condizioni di usura. Nello specifico, questo servizio prevede un check-up gratuito della moto o dello scooter effettuato in occasione di un qualsiasi intervento di manutenzione, sia esso una riparazione, un tagliando, oppure una operazione in garanzia: in questa circostanza, da oggi le moto o gli scooter Suzuki verranno sottoposti ad una serie di controlli attraverso un protocollo di scrupolose verifiche per determinarne lo stato di usura, le condizioni d’uso e le eventuali esigenze di ripristino.

Al termine dei controlli, il cliente riceverà dal centro Suzuki un folder contenente il risultato dell’analisi e i suggerimenti relativi agli interventi da eseguire, senza l’obbligo di effettuare necessariamente gli stessi. Così facendo, l’utente avrà sempre chiare le condizioni effettive del proprio veicolo, con la serenità di viaggiare al riparo da ogni sorpresa.

NO COMMENTS

Leave a Reply