Svelata in anteprima su Twitter la nuova monoposto Lotus motorizzata Mercedes. La E23 Hybrid cercherà di far dimenticare con i piloti Grosjean e Maldonado le prestazioni della fallimentare E22.

lotus-e23-hybrid-f1-2015 (2)

Come un fulmine a ciel sereno, e senza preavviso, nel primo pomeriggio di ieri è stata svelata su Twitter la Lotus Hybrid E23. Le immagini sono delle vere e proprie elaborazioni grafiche che, seppur non reali, danno comunque l’idea di come sarà la nuova monoposto Lotus chiamata nel non troppo difficile compito di far dimenticare le prestazioni della fallimentare E22.

Il nuovo gioiello di casa Lotus, che nella prossima stagione sarà guidato da Grosjean e Maldonado, è anche la prima Lotus equipaggiata con motore Mercedes, il potente V6, particolare che ha influito anche sul design della E23, soprattutto per quanto riguarda il disegno delle pance.

Anche se non sappiamo quanto effettivamente le immagini siano fedeli al modello reale della E23 che vedremo in pista, qualche novità è già evidente, come il musetto che sulla E23 non presenta l’antiestetico “becco” o ”proboscide” presente ad esempio sulla Williams e sulla Force India. Il team di Enstone, infatti, ha deciso di puntare ad una forma anteriore decisamente più convenzionale e molto più vicino alle soluzioni 2014 di Ferrari e Mercedes. Soddisfatto del lavoro svolto fino ad ora il direttore tecnico Nick Chester:

“La E23 rappresenta un enorme passo in avanti per noi. Abbiamo fatto grandi progressi in galleria del vento al pari del raffreddamento e della disposizione dei componenti. Ci aspettiamo che la E23 vada decisamente meglio della E22.”

Effettivamente, il lavoro svolto sul piano del design è senza dubbio notevole rispetto alla precedente E22 ma, come ben sappiamo, in Formula 1 il lato estetico è il fattore meno importante di tutti quando si è in pista. In attesa quindi dei primi test invernali a Jerez de La Frontera è tempo di nuove sfide per il team Lotus per cercare di migliorare l’ottavo posto della scorsa stagione, come confermato dalle parole dell’amministratore delegato Matthew Carter:

“Abbiamo un budget per il campionato simile a quello dello scorso anno e un paio di sponsor in arrivo per la prima gara, dopo la progettazione e l’aerodinamica, se arriverà altro denaro sarà destinato allo sviluppo della macchina. Puntiamo al terzo posto del Mondiale Costruttori.”

Grandi ambizioni e voglia di rivalsa quindi per il team britannico, per la Lotus E23 Hybrid è già tempo di sfide.

 

NO COMMENTS

Leave a Reply