Stoccarda – Dopo cinque anni in cui è stata impiegata esclusivamente per i motori Amg, ora la tecnologia di verniciatura ad arco elettrico (Lds) verrà adottata anche per la produzione di serie dei motori diesel.  Mercedes-Benz ha sviluppato la cosiddetta tecnologia Nanoslide in cui, con l’ausilio della verniciatura ad arco elettrico, fili di ferro/carbonio vengono fusi e, successivamente, spruzzati tramite flusso di gas sulla parete interna dei cilindri del basamento leggero in alluminio. Attraverso una finitura ad alta precisione dello strato di ferro nanocristallino così prodotto, si crea una superficie liscia quasi come uno specchio con pori estremamente fini, che riducono lo sfregamento e l’usura tra i gruppi pistoni e la parete dei cilindri. Altri vantaggi sono rappresentati da un minor peso del motore, nonché consumi ed emissioni più contenuti.  Questa innovazione è stata adottata con successo già dal 2006 nei motori Amg da 6,3 l.
Con il termine BlueEfficiency, Mercedes-Benz indica un’ampia gamma di tecnologie, volte alla riduzione di consumi ed emissioni. Tra queste si possono ricordare, a titolo esemplificativo, aerodinamica sofisticata, accorgimenti per la riduzione del peso, controllo intelligente dei gruppi ausiliari. Con la tecnologia Nanoslide, la Casa automobilistica più antica al mondo, aggiunge un’ulteriore innovazione a questo pacchetto tecnologico. Pone nuovi standard per la produzione di rivestimenti dei cilindri, consentendo ai pistoni nel cilindro di sollevarsi ed abbassarsi con una perdita per attrito minimo.
Attualmente lo stato della tecnica è rappresentato da pesanti rivestimenti in ghisa con uno spessore che arriva a cinque millimetri. Il procedimento Nanoslide ha un approccio del tutto nuovo. In un arco voltaico prodotto elettricamente, i fili in lega di ferro/carbonio vengono fusi. Il materiale fuso viene “spruzzato” con un flusso di gas sulla parete del cilindro, dove si deposita sotto forma di rivestimento stratificato, da ultrafine a nanocristallino. Successivamente il rivestimento Nanoslide viene accuratamente lavorato mediante un apposito procedimento di levigatura a specchio, in seguito al quale si ottiene uno spessore dello strato di soli 0,1 – 0,15 millimetri ed una superficie liscia quasi come quella di uno specchio. Attraverso questo procedimento vengono inoltre liberati dei pori, che assorbono olio e provvedono alla lubrificazione ottimale del gruppo pistoni. In questo modo si ottengono valori di attrito molto bassi e quindi perdite di attrito meccanico notevolmente più ridotte rispetto ai rivestimenti in ghisa (fino -50%), ma anche una resistenza all’usura estremamente elevata.
Mercedes-Benz vanta una lunga esperienza per quanto riguarda la tecnologia Nanoslide sviluppata nei suoi stabilimenti. Nel luglio 2005, Mercedes-Amg GmbH ha presentato un V8 6.3 in grado di erogare una straordinaria potenza:  il primo motore a livello internazionale prodotto di serie con pareti dei cilindri rivestite con verniciatura ad arco elettrico. Dal 2006 questa moderna tecnologia di rivestimento dei cilindri è la componente primaria di tutti i motori Amg da 6,3 l. Questo procedimento si è quindi già affermato nella realizzazione dei motori ad elevate prestazioni Amg, rispondendo egregiamente a tutte le aspettative, e la  denominazione Nanoslide è ormai da considerarsi una sorta di riconoscimento. Il procedimento comprende una serie di invenzioni ed idee ed oggi è protetto da oltre 90 famiglie di brevetti e da più di 40 brevetti.
Tenendo conto delle esperienze positive, Mercedes-Benz è divenuta anche la prima Casa a livello internazionale ad avere perfezionato questa tecnologia anche per il motore diesel V6.
L’adozione del rivestimento Nanoslide riduce il peso del motore di 4,3 kg rispetto alla versione precedente, consentendo di aumentare il risparmio di carburante anche del 3%. Ad esempio, a fronte di una cilindrata di 2987 cmc, il diesel V6 della ML 350 BlueTec eroga 190 kW (258 cv) di potenza a fronte di  620 Nm di coppia. Grazie a BlueTec con depurazione dei gas di scarico AdBlue questo modello di Classe M risulta  già oggi conforme ai valori delle emissioni previsti per il 2014 dalla norma Euro 6 e può essere annoverata tra le vetture diesel più pulite al mondo. Con consumi nel ciclo combinato di 6,8 l/100 km, la ML 350 BlueTec vanta consumi inferiori rispetto ai suoi predecessori di 2,1 l (24%). Grazie alla nuova tecnologia Nanoslide, anche le emissioni di CO2 si riducono, passando da 235 a 179 g/km per chilometro. (ore 19:00)