Torino – Oggi chi sceglie un’auto compatta non vuole rinunciare alla tecnologia che troverebbe su vetture più grandi in quanto è abituato a standard tipici di segmenti superiori e a questi tende a riferirsi. La nuova Panda riesce a conciliare queste necessità con l’esigenza di una mobilità sostenibile, sicura e accessibile per prezzo e costi di gestione. Ecco perché la nuova vettura Fiat può essere la “prima auto” di un nucleo familiare soprattutto in un momento incerto sul piano economico come quello attuale.
In particolare, dietro a quell’aria simpatica e spigliata, la nuova Panda offre soluzioni tecnologiche sofisticate ma fruibili in modo semplice che soddisfano sia i bisogni concreti della mobilità quotidiana sia la crescente sensibilità sociale verso l’ambiente e la sicurezza. Si chiamano Start&Stop, Gear Shift Indicator (GSI), ecoDrive e modalità Eco dei motori TwinAir. Sigle ormai entrate nel linguaggio comune che Fiat ha contribuito a far nascere o evolvere e che oggi sono raggruppate in Air Technologies”. A queste dotazioni già note, si aggiungano due nuovi dispositivi di grande valore che ci si aspetterebbe solo su vetture di segmento superiori: “Low Speed Collision Mitigation” e “Blue&Me TomTom 2 Live”.
In particolare, a conferma del carattere protettivo della nuova Panda, entro il primo anno di vita sarà offerto a richiesta il “Low Speed Collision Mitigation”. Si tratta di un innovativo sistema di frenata che, a velocità inferiori ai 30 km/h, rileva ostacoli a distanza ravvicinata e frena automaticamente.
La piccola Fiat si dimostra anche brillante e disinvolta nel suo habitat naturale: la città. Merito certamente delle sue dimensioni compatte, dell’articolata gamma motori e dall’affidabile schema delle sospensioni, cui aggiunge quei dispositivi che cambiano la vita a bordo di una vettura. Tra questi citiamo il servosterzo elettrico Dualdrive con funzione “City” di serie che, alleggerendo lo sterzo, si rivela perfetto durante la marcia in città e nelle manovre di parcheggio.
Oltre alle doti di agilità e brio, ad una vera “cittadina” si chiede anche di consumare poco e di essere rispettosa dell’ambiente. In questo ambito la nuova Panda non conosce rivali grazie all’adozione dei numerosi sistemi pensati per aumentare l’efficienza dinamica del veicolo: dallo Start&Stop al Gear Shift Indicator (Gsi), dall’ecoDrive alla modalità Eco dei motori TwinAir. Nomi tecnici ormai entrati nel linguaggio comune che Fiat ha contribuito a far nascere o evolvere e che oggi sono raggruppati in “Air Technologies”, il nuovo marchio che identifica le tecnologie a basso impatto ambientale capaci di coniugare ecologia e piacere di guida.
Comunicare e viaggiare: è quanto promette e mantiene l’ingegnosa Panda grazie alla pluripremiata piattaforma Blue&Me e alla sua ultima evoluzione, il “Blue&Me TomTom 2 LIVE”, che unisce i vantaggi di un sistema di infotainment integrato e connesso a quelli di un navigatore portatile.
Dunque, con la nuova Panda Fiat sposta l’asticella più in alto per confermarsi protagonista dell’evoluzione tecnologica delle super-compatte, un segmento dove tanta parte di storia porta il suo nome: dalla prima 600 alla 500, dalla 126 alla prima Panda, dalla Cinquecento alla Seicento, dalla seconda generazione di Panda (2003) alla nuova 500 lanciata nel 2007.
C’è sempre stata una city-car Fiat accanto alla gente, adesso è di nuovo tempo di Panda.
Il sistema “Low Speed Collision Mitigation” è un innovativo contenuto di sicurezza attiva capace di riconoscere ostacoli posti di fronte alla vettura e di frenare automaticamente quando il guidatore non interviene per evitarli. A seconda di alcuni parametri (condizioni del fondo stradale, dinamica e traiettoria dei veicoli, scenario degli ostacoli e stato degli pneumatici), l’intervento del sistema LSCM può evitare completamente l’urto (“Collision Avoidance” ) o ridurne le conseguenze (“Collision Mitigation”).
Il sofisticato dispositivo della nuova Panda offre due funzioni aggiuntive: l’Automatic Emergency Braking (AEB) e il Prefill. Il primo, pur rispettando la volontà del guidatore e lasciandogli il pieno controllo della vettura, entra in azione con una frenata d’emergenza dopo aver valutato attentamente la posizione e la velocità degli ostacoli, la velocità del veicolo (inferiore a 30 Km/h), l’accelerazione laterale, l’angolo di sterzo e la pressione sul pedale acceleratore e la sua variazione. Invece, la funzionalità “Prefill” precarica il sistema frenante al fine di consentire una risposta più pronta sia quando interviene l’Automatic Emergency Braking sia in caso di frenata da parte del guidatore.
In dettaglio, il sistema è costituito da un sensore laser installato nel parabrezza, da un’interfaccia utente e da un’unità di controllo che “dialoga” con il sistema ESC (Electronic Stability Control).
Basato sullo stesso principio di quelli utilizzati in astronomia per la misurazione delle distanze tra i satelliti, il sensore laser rileva la presenza di ostacoli di fronte al veicolo quando sussistono alcune condizioni di allineamento: la sovrapposizione tra la vettura e l’ostacolo deve essere maggiore del 40% della larghezza del veicolo mentre l’angolo di impatto deve essere inferiore a 30°.
L’unità di controllo del sistema LSCM è in grado di attivare la frenata automatica, a seguito di una richiesta da parte del sensore laser, oltre a poter richiedere un taglio della coppia verso la centralina del controllo motore nel caso in cui il pedale dell’acceleratore non sia stato rilasciato. Infine, l’unità di controllo mantiene la vettura frenata per 2 secondi dopo l’arresto, per consentire al guidatore di riprendere in sicurezza la normale guida.
L’obiettivo del sistema LSCM è quello di garantire la massima sicurezza in ogni condizione d’uso, pertanto in condizioni particolari (cinture di sicurezza non allacciate, temperature =3°C, retromarcia) vengono attivate logiche di attivazione differenti.
Tutti i motori TwinAir benzina e il 1.3 Multijet II da 75 cv offrono di serie il dispositivo Start&Stop che gestisce lo spegnimento temporaneo del motore e il suo successivo riavvio in modo da ridurre il consumo di carburante e le emissioni di CO2.
Pensato in particolare per la guida in città, il sistema spegne automaticamente il motore quando le condizioni del traffico impongono un arresto del veicolo (ad esempio semafori rossi, code e soste temporanee) mantenendo attive tutte le funzioni che garantiscono il comfort e la sicurezza a bordo (luci, climatizzatore, radio e tergicristalli).
Spegnendo il motore quando la vettura è ferma si evita di consumare carburante inutilmente (fino a -15% nel ciclo urbano), si abbattono le emissioni e si migliora il comfort acustico.
Il dispositivo è attivabile/disattivabile tramite il pulsante posto sulla plancia.
Il dispositivo Gear Shift Indicator (GSI) è un vero e proprio “copilota” che suggerisce in modo discreto al guidatore il momento ottimale in cui effettuare i cambi marcia al fine di minimizzare il consumo di carburante. Attraverso un’apposita indicazione sul quadro di bordo, il GSI può suggerire di innestare una marcia superiore per permettere al motore di funzionare ad un regime inferiore, oppure di scalare marcia per sfruttare al meglio la coppia disponibile.
A sottolineare le doti di eco-compatibilità del rivoluzionario motore 0.9 Twinair Turbo da 85 cv, le vetture così equipaggiate presentano la possibilità di selezionare una modalità di funzionamento ecologica attraverso la pressione di un pulsante “ECO” presente in plancia. Tale selezione consiste in una mappatura specifica che, tramite la riduzione della coppia di 45 Nm (da 145 a 100 Nm), consente una guida meno prestazionale e più attenta ai consumi (si moltiplicano inoltre gli inviti del Gear Shift indicator a passare al rapporto superiore).
Il sistema eco:Drive è una soluzione di semplice utilizzo e “a costo zero” che supporta il guidatore nel migliorare il comportamento alla guida e ottimizzare quindi consumi ed emissioni del veicolo. Infatti, la tecnologia eco:Drive è la prima e unica capace di fornire al guidatore dei consigli personalizzati in base allo stile di guida.
Utilizzando l’applicazione eco:Drive, disponibile gratuitamente per il download sul sito Fiat in abbinamento al sistema Blue&Me, l’utente può raccogliere i propri dati di guida e memorizzarli in un dispositivo di archiviazione USB. Successivamente, inserendo la chiavetta USB nel proprio PC, il sistema eco:Drive invia i dati al server Fiat che li processa per misurare l’efficienza di guida sulla base di quattro parametri: accelerazione, decelerazione, cambio marcia e velocità. I punteggi ricevuti in ognuna di queste quattro aree vanno a confluire nell’eco:Index, un indice che riassume la qualità di guida con un punteggio da 1 a 100.
Gli eco:Driver ricevono dei consigli personalizzati su come migliorare le proprie prestazioni in ogni area e, di conseguenza, il proprio eco:Index. Possono seguire i loro progressi nel tempo, porsi degli obiettivi e verificare i propri risparmi attraverso l’applicazione sul proprio PC.
Tutti gli utenti di eco:Drive fanno parte di eco:Ville, la community on-line in cui confluiscono tutti i risparmi ottenuti grazie all’impegno degli eco:Driver. Ad oggi, circa 64.000 utenti hanno risparmiato un totale di 4.300 tonnellate di CO2 migliorando l’efficienza del proprio stile di guida.
Disponibile su un’ampia gamma di automobili e veicoli commerciali di Fiat Group Automobiles, il software propone delle specifiche funzionalità per valutare i risparmi legati all’utilizzo della tecnologia Start&Stop e del metano. Inoltre, è disponibile eco:Drive Fleet, una versione dedicata alle flotte che permette alle aziende e ai gestori delle flotte di monitorare consumi ed emissioni di CO2 – di conseguenza i costi – del parco auto aziendale.
Con eco:Drive, quindi, Fiat ha voluto pensare non solo ai propri prodotti ma anche ai propri utenti incoraggiandoli a contribuire alla riduzione delle emissioni legate al trasporto automobilistico.
La nuova Panda offre di serie sull’intera gamma il Dualdrive, il sistema di servoassistenza elettrico dello sterzo dotato di due logiche di funzionamento selezionabili dall’utente. La servoassistenza elettrica permette di adeguare la risposta dello sterzo alla velocità della vettura: più questa cresce, più l’asservimento si riduce e lo sforzo al volante aumenta, garantendo così una maggiore precisione di guida.Innovativo anche tra i dispositivi di servoassistenza elettrica, il sistema della nuova Panda offre al cliente un’opportunità in più: quella di scegliere tra due differenti programmi di taratura. Il primo assicura il massimo feeling tra guidatore e vettura, ed è quindi ideale nei percorsi misti extraurbani. Il secondo, selezionabile tramite la pressione del tasto “City” a centro plancia, alleggerisce lo sterzo e si rivela ideale durante la marcia in città e nelle manovre di parcheggio. Per garantire al cliente la massima sicurezza anche nel caso in cui si percorrano strade a velocità elevata dimenticando il dispositivo in posizione “City”, al di sopra dei 35 km/h i due programmi hanno il medesimo grado di asservimento e assicurano, quindi, una “risposta” del volante adeguata alle alte velocità.
Premiato con prestigiosi riconoscimenti internazionali, il sistema Blue&MeTM è il più apprezzato dispositivo infotainment come dimostrano oltre due milioni di unità vendute nel mondo. Sulla nuova Fiat Panda saranno disponibili sia il primo livello Blue&MeTM (include Vivavoce con interfaccia Bluetooth® e con riconoscimento vocale evoluto, Porta USB, lettore MP3 ed SMS interpreter) sia, a richiesta, l’ultima evoluzione del dispositivo: il “Blue&Me TomTom2 Live”. Blue&Me nasce dalla collaborazione tra Fiat Group Automobiles e Microsoft. La partnership siglata nel luglio del 2004, con l’obiettivo a lungo termine di progettare sistemi telematici innovativi per l’auto, ha dato vita ad un prodotto ormai affermato sul mercato, 2 milioni di device venduti, che si avvale di una tecnologia completamente integrata in perfetta sintonia con l’utente, come suggerisce il suo nome.
Basato su Windows Mobile for Automotive, il dispositivo si fonda su un sistema aperto sempre al passo con i tempi, aggiornabile, flessibile e modulabile nei contenuti. Infatti, Fiat Group Automobiles e Microsoft, con il supporto di Magneti Marelli, offrono una piattaforma aggiornabile alla maggior parte dei telefoni cellulari, lettori musicali o altri dispositivi personali, permettendo il grande beneficio di poter seguire costantemente le innovazioni del mercato e mantenere la perfetta integrazione con l’auto. Il tutto ad un prezzo accessibile, in piena sicurezza e nel rispetto delle leggi sulla circolazione.
Il Blue&Me è un modulo elettronico innovativo che permette di registrare con la vettura fino a 5 telefoni cellulari dotati di funzionalità Bluetooth® che si trovino nel raggio di azione del sistema (5 metri circa).
Le modalità di interazione con il sistema si avvalgono del microfono in plafoniera, dei comandi al volante e del display monocromatico su quadro di bordo.
Blue&Me garantisce la massima sicurezza e semplicità d’uso. Infatti, il sistema di comando vocale, la sua completa integrazione con i tasti al volante e con le informazioni sul display della strumentazione consentono al cliente, dotato di un cellulare Bluetooth®, di utilizzarlo anche se è nella tasca di una giacca o in una borsa, senza mai spostare la mani dal volante. Senza contare che il sistema di riconoscimento vocale evoluto, consente un’interattività immediata, in quanto non occorre alcuna fase di apprendimento della voce e permette anche di interpretare ad alta voce gli SMS in arrivo.
Collegando un dispositivo digitale alla porta USB o AUX-IN, presente su mobiletto tunnel, è possibile ascoltare musica digitale in formato MP3, WMA, AAC e WAV, registrata su lettori audio digitali e/o penne USB.
Tramite questo sistema il cliente dispone in modo efficace ed intuitivo delle seguenti funzioni:
Utilizzo del proprio telefono cellulare in modalità viva-voce, senza operare sul telefono stesso, anche se rimane in tasca oppure in borsa nel bagagliaio (chiamata dei nominativi in rubrica con comando vocale con riconoscimento indipendente dall’utilizzatore);
Trasferimento della rubrica del proprio telefono sul Blue&Me in vettura e lettura della stessa tramite il display del quadro di bordo;
Interazione tramite i comandi al volante con il display per la gestione dei contatti chiamati, chiamate in arrivo, SMS in arrivo, rifiuto della chiamata, richiamo dell’ultimo numero digitato ecc.;
Ascolto del proprio archivio musicale memorizzato su penna USB, mediaplayer e ultima generazione di dispositivi Apple, nei formati più comuni (MP3, WAV, WMA, AAC). Le informazioni relative ai brani in riproduzione sono disponibili sul display della radio di bordo.
Per guidare in assoluta tranquillità nel traffico cittadino la nuova Panda propone il dispositivo “Blue&Me TomTom2 LIVE” che unisce i vantaggi di un sistema di infotainment integrato nella vettura e connesso alla rete a quelli di un navigatore portatile, spalancando le porte alla connettività.
“Blue&Me TomTom2 LIVE” oltre a consentire ai clienti di nuova Panda l’utilizzo del cellulare e del media player in totale sicurezza senza staccare le mani dal volante, offrirà un’esperienza di navigazione assolutamente unica con la sua posizione integrata in plancia e le più accurate informazioni sul traffico aggiornate in tempo reale e feed back in tempo reale sullo stile di guida. La predisposizione per tale PND (Portable Navigation Device) è situata centralmente sulla plancia e consente d’installare in completa sicurezza il supporto specifico, oltre a garantire l’alimentazione del navigatore senza cavi esterni.
Inoltre dal punto di vista della connettività Bluetooth® grazie al Blue&Me le informazioni del telefono, mediaplayer e della vettura saranno visualizzabili e gestibili dal touch screen del navigatore.
Il “Blue&Me TomTom2 LIVE” è all’avanguardia se comparato agli ultimi dispositivi di navigazione portatile disponibili sul mercato: Display 4.3″ HD touchscreen capacitivo con HMI tipo iPhone; Mappe dettagliate: 45 paesi Europa estesa; Best route definition: consente la scelta del percorso migliore analizzando le condizioni di traffico raccolte su base statistica 24h.
“Blue&Me TomTom2 LIVE” è in grado di ricevere i dati relativi al veicolo, rilevati mediante la connessione con la rete di bordo e, quindi, di dare informazioni in tempo reale circa l’utilizzo della vettura e dei dispositivi connessi: funzionalità Trip computer, Punti di interesse personalizzati Fiat, visualizzazione della rubrica del cellulare, Media Player ed eco:Drive.
“Blue&Me TomTom2”, nei Paesi in cui il servizio è disponibile, offre inoltre in tempo reale i servizi LIVE presenti nell’ultima generazione di navigatori portatili di TomTom:
Autovelox: posizione degli autovelox mobili, comprese le relazioni di altri utenti, autovelox fissi e telecamere Tutor lungo il viaggio. Aiuta a realizzare un’esperienza di guida sicura e rilassata, risparmiando denaro;
Google: punti di interessi locali aggiornati da Google Local Search: per localizzare qualsiasi cosa, dai ristoranti ai negozi di fiori. Digitando una qualsiasi parola chiave, trova punti di corrispondenza e permette al dispositivo di mostrare le indicazioni su come arrivarci;
Meteo: le previsioni del tempo attuali e di cinque giorni, rendendo così possibile effettuare piani di viaggio basati sulle previsioni più recenti;
TomTom HD Traffic: dettagliate informazioni di traffico, code, blocchi stradali e lavori in corso aggiornate ogni 2 minuti con proposta di re-indirizzamenti alternativi del percorso. Le informazioni sul traffico sono raccolte anche utilizzando le info dai cellulari e navigatori TomTom presenti sul tragitto rielaborati dalla centrale di TomTom;
Costo: Il dispositivo “Blue&Me TomTom2 Live” viene fornito con un anno di servizi Live gratuiti, compreso il roaming e traffico dati. Dal 2° anno, i servizi possono essere acquisiti su TomTom Home.
“Blue&Me TomTom2” è disponibile in due versioni (Live e Non-Live): a seconda della disponibilità del servizio nel Paese in cui viene acquistato. Il cliente può acquistare il dispositivo solo tramite i concessionari Fiat del suo Paese di residenza.
Rispetto all’offerta after-market presente nella grande distribuzione, la soluzione “Blue&Me TomTom2 Live” offerta da Fiat presenta un notevole vantaggio per il cliente in aggiunta all’integrazione con il sistema vivavoce Blue&Me e con l’elettronica dell’autovettura.(ore 15:56)