San Josè – Nell’ambito delle tecnologie telematiche e di infotainment per le auto,  Magneti Marelli ha presentato la prima piattaforma “aperta” per dispositivi di informazione e intrattenimento a bordo veicolo. La piattaforma risponde a criteri “automotive” di prestazioni e robustezza ed inoltre è dotata di software sviluppato e certificato in accordo con le specifiche di conformità dell’alleanza Genivi.
Il prototipo è stato presentato a San Josè in California in occasione del quinto Member Meeting dello stessa Genivi Allianc. Che è un’associazione formata da oltre 150 aziende di tutto il mondo (fra cui i principali carmaker, componentisti automotive, industrie elettroniche e dell’Ict) che ha come obiettivo principale quello di guidare l’adozione diffusa di una piattaforma di sviluppo aperta  (“open-source”) per i dispositivi di informazione e intrattenimento a bordo veicolo (Ivi, In-Vehicle Infotainment). Magneti Marelli è socio fondatore di Genivi assieme ad aziende come Bmw, Psa, Intel, Windriver ed altri.
Mirando all’obiettivo della “connected car”, il mondo dell’automobile si sta aprendo sempre di più all’esterno, al mondo di internet e ai dispositivi elettronici “consumer”. In quest’ottica, l’automobile “connessa” può ricevere a bordo veicolo informazioni a valore aggiunto (es.: traffico, navigazione evoluta, parcheggi, ecc.) e intrattenimento multimediale di alta qualità;  far dialogare il veicolo con i dispositivi consumer dei passeggeri (cellulari, smartphone, tablet ecc.), abilitare l’interazione con infrastrutture centrali per la raccolta e lo scambio di dati. A medio termine l’obiettivo è connettere l’automobile anche al mondo “cloud”.
Questo scenario prevede quindi l’esigenza di dotare un numero sempre maggiore di  veicoli e modelli con sistemi di infotainment che devono rispondere a una complessità crescente di requisiti fra cui la multifunzionalità, la flessibilità, la velocità di aggiornamento e la capacità di dialogare con software e dispositivi esterni sempre nuovi. Quindi per il sistema industriale che ruota attorno all’automotive è conveniente, in termini di costi e tempi, individuare  un “ambiente” tecnologico, uno standard e una piattaforma di base comuni, su cui costruire poi soluzioni finali personalizzate per carmakers e famiglie di veicoli e modelli.
In questo senso, le specifiche di conformità Genivi,  che contribuiscono alla definizione di una piattaforma aperta (“open source”), mirano a fornire alle case automobilistiche e ai componentisti proprio una soluzione comune di base, in grado di semplificare gli elementi del processo di sviluppo e il time-to-market nell’ambito dei dispositivi di In-Vehicle Infotainment, che storicamente, all’interno del settore, hanno sempre visto sviluppi molteplici e proprietari.
Il progetto di Magneti Marelli è il risultato di tre anni di lavoro e beneficia del know-how specifico e consolidato dell’azienda nell’ambito dell’integrazione di sistemi e tecnologie complesse nell’“ambiente-veicolo”.
In particolare questo prototipo di piattaforma aperta “Genivi compliant” per l’Ivi si basa sull’expertise consolidato di Magneti Marelli in materia di piattaforme “open software” per applicazioni di Infotainment e Telematica. In questo settore l’azienda è sempre stata all’avanguardia nell’approccio alla tecnologia e al mercato.
Tecnicamente, la piattaforma è basata su linux e presenta hardware e software costruito su standard “automotive”, ovvero rispondente a specifici criteri in termini di resistenza e prestazioni (es.: temperature, sollecitazioni , velocità di risposta ecc.), compatibili con le condizioni di esercizio di un automobile, integrando la connessione alla rete elettronica di controllo della vettura.
La piattaforma include già la struttura di base che abilita funzioni come la connettività a dispositivi elettronici consumer, la visualizzazione di contenuti internet, le connessioni wireless (WiFi, 3G e Bluetooth), le riproduzione di contenuti audio/video e multimediali ad alta definizione, la gestione della radio e dell’audio digitale Hi-Fi, e l’installazione e aggiornamento di nuove applicazioni.
La soluzione di Magneti Marelli mette già a disposizione un ambiente aperto a soluzioni software di terze parti, mirando anche al mondo Android, che permette inoltre di integrare le ultime e più aggiornate tecnologie del mercato in ambito navigazione, interfaccia utente e grafica avanzata.
Grazie a spiccate caratteristiche di flessibilità, la piattaforma consentirà a Magneti Marelli di soddisfare richieste specifiche e personalizzate da parte di carmaker diversi. L’avvio della produzione in serie è previsto per il 2013. (ore 11:44)