Sospensioni in materiali compositi

Sospensioni in materiali compositi

Milano – Sogefi, società di componentistica per autoveicoli del gruppo Cir, lancia sul mercato le prime molle per sospensioni realizzate in materiali compositi, in grado di contribuire alla riduzione del peso e dei consumi degli autoveicoli. La società, tra i leader mondiali nei sistemi motore e nei componenti per sospensioni, ha infatti brevettato una nuova tipologia di molle elicoidali in fibra di vetro e resina epossidica (Frp Coil Springs) che pesano fino al 70% in meno rispetto alle tradizionali molle in acciaio. Le nuove molle, applicabili su auto e veicoli commerciali leggeri, consentono di ridurre il peso delle vetture di 4-6 kilogrammi, con relativi benefici in termini di minori consumi. L’utilizzo in sostituzione dell’acciaio di nuovi materiali, non soggetti a corrosione, garantisce una maggiore durata delle molle e una minore rumorosità, oltre a una significativa riduzione delle emissioni di CO2 (fino a – 0,5 g per veicolo).
L’attuale produzione su larga scala delle molle elicoidali è fondata sull’acciaio. Malgrado negli ultimi 20 anni siano state apportate migliorie in termini di riduzione del peso, il materiale ha oggi raggiunto i suoi limiti fisici. L’acciaio richiede lavorazioni intensive con elevati consumi di energia dovuti a trattamenti termici e superficiali, alla pallinatura controllata, etc. Tutte queste motivazioni hanno portato il Gruppo Sogefi ad investire nello sviluppo di una tecnologia totalmente nuova che migliorasse il prodotto e le sue caratteristiche: le Frp Coil Springs.
Il principio alla base dell’innovazione Sogefi è quello di applicare i vantaggi di un materiale composito, basato su fibra di vetro e resina epossidica (Frp), alle molle per sospensioni. Inoltre è stato sviluppato un nuovo processo, eco-sostenibile e meno energeticamente dispendioso.
L’analisi condotta da Sogefi sul ciclo di vita del prodotto ha dimostrato quanto siano significativi i benefici offerti dalle molle Frp Coil Springs. Le caratteristiche del prodotto sono notevoli: riduzione del peso: dal 40% al 70%, equivalente a una riduzione compresa tra i 4 e i 6 Kg nel peso di una vettura, con diminuzione quindi dei consumi; maggiore durata: non è presente ossidazione e si elimina la corrosione; caratteristiche migliorate in termini di confort, guida e handling: riduzione del rumore sulle superfici dure e più alte frequenze di Eigen (frequenze di risonanza) maggiore sicurezza, eliminando il rischio di rottura improvvisa
Il processo di produzione delle molle Frp Coil Springs è inoltre più ecosostenibile di quello relativo alle tradizionali molle in acciaio. Il processo non richiede trattamenti termici: l’energia necessaria è dalle 3 alle 5 volte inferiore a quella richiesta dall’acciaio (la polimerizzazione del materiale composito avviene a 170°C, contro i 450°C e i 1000°C dell’acciaio). Riduzione nelle emissioni di CO2: fino a 0,5g in meno di CO2 vengono emessi durante la produzione. Meno fasi produttive: riduzione dei rischi e dell’utilizzo di materiali di consumo (non sono infatti più necessarie la pallinatura e la verniciatura). Nessun trattamento superficiale: decisamente meno scarti e riciclabilità al 100%
Le molle Sogefi Frp Coil Springs e il processo di fabbricazione sono stati brevettati. Le molle in materiale composito stanno già incontrando i favori dei costruttori di veicoli, in accordo con le singole specifiche e garantendo loro benefici oltre le aspettative.
Audi è stato il primo costruttore ad accettare le rivoluzionarie molle. Grazie ad uno sviluppo congiunto, una molla in fibra di vetro e plastica rinforzata è stata adattata alle esigenze di Audi e verrà utilizzata in un suo modello di imminente uscita.
<<In linea con la tradizione di innovazione del gruppo Sogefi – commenta l’amministratore delegato Emanuele Bosio – siamo orgogliosi di poter introdurre sul mercato le prime molle elicoidali in materiali compositi. Siamo fiduciosi che questa nuova tecnologia potrà avere un ruolo importante nelle future generazioni di veicoli ecosostenibili>>.  (ore 17:29)

NO COMMENTS

Leave a Reply