Milano – E’ già disponibile in iTunes la nuova versione di iCoyote per iOS (versione 4.5 IT), l’applicazione che trasporta su smartphone le caratteristiche del Coyote, il localizzatore Gps di autovelox distribuito in Italia dalla Magneti Marelli after market parts and services.
Le features tecniche e le modalità di diffusione rispecchiano in gran parte quanto già avvenuto con la versione per Android. Un punto quindi di assoluto interesse è rappresentato dalla possibilità di scaricare e testare l’app in maniera del tutto gratuita per un periodo non inferiore ai 60 giorni (indicativamente metà giugno 2012). Per il pieno utilizzo delle funzionalità, iCoyote sfrutterà il traffico dati previsto dal contratto telefonico sottoscritto dall’utente.
L’idea è di permettere ad un numero sempre maggiore di persone di conoscere le caratteristiche e di testare sul campo le funzionalità di una App che quando fu pubblicata nel aprile 2011, fece registrare più di  128.000 download in 26 giorni.
Rispetto al passato è stata introdotta la funzione Tutor. Con iCoyote sapremo in anticipo quando ci stiamo approssimando ad una zona ove è presente il sistema di rilevazione Tutor e, una volta entrati, avremo informazioni puntuali e precise sulla nostra velocità di percorrenza, sulla media che stiamo tenendo.
Gli sviluppatori di iCoyote hanno anche puntato ad integrare e sfruttare appieno le funzionalità base degli smartphone per rendere ancor più utile e indispensabile l’app. Per esempio con il pulsante centrale “Pericolo” sarà possibile non solo fare conoscere generiche situazioni critiche sulla carreggiata dovute ad incidenti, code e lavori ma, con la nuova opzione “SOS”, anche mettersi in contatto direttamente con 112 e 118 (la telefonata è gratuita e la funzionalità continuerà ad essere disponibile anche ad abbonamento scaduto). L’aspetto senza dubbio degno di nota è che nel momento in cui si segnala un pericolo, l’app sfrutta il Gps del telefono e fornisce ai soccorritori un’informazione perfettamente geolocalizzata.
In questa nuova release iCoyote mantiene la funzione scout, grazie alla quale avremo sempre sott’occhio il numero preciso di esploratori che ci precedono, ovvero le persone che utilizzano la stessa applicazione o possiedono un modello di Coyote e che sono passati per la stessa strada nei 30 minuti precedenti. Per rendere però ancor più sicuro il sistema, anche nella versione per iOS è stata introdotta la valutazione mediante stelle (da zero a tre) che rappresentano l’indice di affidabilità dell’esploratore stesso. La creazione di tale indice è basata sulla filosofia della Community Coyote, viene infatti calcolata sulla base della frequenza e della affidabilità dimostrata dall’utente nella partecipazione alla vita della community. Più un utente partecipa e più le sue segnalazioni vengono ritenute affidabili, più il numero di stelle cresce.
Per la prima volta anche su iOS (eccetto iPhone 3G) sarà disponibile la funzione denominata mappe di eventi. Con un semplice tocco il telefono ci mostrerà la nostra posizione in una cartina geografica. Potremo cambiare il grado di zoom scegliendo tra 10 km, 5 km, 1 km e 500 m. Oltre alla nostra posizione la mappa evidenzierà gli eventi precedentemente segnalati in zona. Non si tratta pertanto di un navigatore, ma di una topografia in cui saranno visibili, qualora siano stati segnalati, incidenti, controlli velox o magari rallentamenti. Un modo facile ed intuitivo per decidere in anticipo quale percorso seguire.
All’interno di mappe di eventi troveremo inoltre le opzioni calcolo di un itinerario e dov’è la mia auto. Come è facilmente intuibile con calcolo di un itinerario sarà sufficiente inserire l’indirizzo di partenza e di destinazione e l’itinerario comparirà sulla mappa. Nel caso della funzione Dov’è la mia auto il sistema, una volta registrata la posizione di parcheggio, sarà in grado di segnalare su mappa il percorso da seguire per recuperare il proprio veicolo.
Tutte le “storiche” funzioni di iCoyote sono ancora presenti, come ad esempio la possibilità di ricevere in tempo reale informazioni riguardanti la presenza di autovelox fissi, mobili e telecamere al semaforo, mentre sono state aggiunte sia la funzione vocale, grazie alla quale al posto del semplice segnale sonoro, una voce registrata ci avvertirà dell’imminente presenza di un controllo, sia la capacità dell’apparecchio di riconoscere e indicare quale autostrada, strada statale o provinciale stiamo percorrendo.
Sono davvero tante le novità che dovrebbero convincere ancor più persone ad entrar a far parte della Indicativamente sino alla fine di giugno sia il download che l’utilizzo della applicazione rimarranno gratuiti. iCoyote potrà essere scaricata in iTunes. Per rimanere costantemente aggiornato e permettere di segnalare eventuali autovelox o incidenti, iCoyote sfrutterà il traffico dati previsto dal contratto telefonico sottoscritto dall’utente. L’utilizzo di alcune funzionalità comporta un elevato traffico dati. Si consiglia pertanto di verificare in anticipo con il proprio operatore telefonico le tariffe vigenti. (ore 09:50)

NO COMMENTS

Leave a Reply