Milano – Più di trent’anni di ricerche Dunlop nel campo delle soluzioni antidetallonamento e la recente joint-venture con Goodyear, “leader” mondiale nel settore dei run-flat, hanno portato alla realizzazione di Dunlop Self Supporting Technology (DSST), la più recente proposta Dunlop in fatto di pneumatici autoportanti. Applicata attualmente a sette disegni differenti di pneumatici Dunlop, la tecnologia DSST permette di percorrere fino ad 80 chilometri con pressione di gonfiaggio pari a zero, ad una velocità massima consigliata di 80 km/h, mantenendo il pieno controllo della vettura, senza danneggiare ruota e pneumatico, ma soprattutto senza mettere a repentaglio la propria incolumità.
Dunlop è arrivata a questi risultati applicando al fianco del pneumatico stesso uno speciale rinfonzo realizzato con mescole molto sofisticate, capaci di sopportare il calore e le sollecitazioni provocati da una gomma completamente a terra.
Oltre a rendere superflua la presenza della ruota di scorta a bordo della propria automobile ed al vantaggio di non doversi fermare lungo una strada ad armeggiare con attrezzi con i quali la maggior parte degli automobilisti ha scarsa dimestichezza, la tecnologia Dunlop DSST permette di utilizzare le ruote già in normale dotazione della propria autovettura (oppure qualsiasi cerchio reperibile sul mercato del post-vendita) e di poterle montare con le normali attrezzature che si possono trovare nelle officine di qualsiasi gommista specializzato.
Il comportamento nella marcia “a piatto” dei pneumatici Dunlop DSST è tale che molti automobilisti potrebbero non avvertire una differenza apprezzabile nella guida ed essere quindi portati a superare i limiti di percorrenza e di velocità indicati dal fabbricante, innescando inconsapevolmente condizioni di grave pericolo.
Per qusto motivo, tutte le automobili equipaggiate con pneumatici run-flat DSST sono dotate di un dispositivo elettronico che tramite sensori sulle ruote tiene constantemente sotto controllo la pressione dei pneumatici e trasmette i dati ad un display all’interno dell’abitacolo. A tale proposito Dunlop ha inoltre sviluppato il sistema Warnair che utilizza i sensori dell’ABS e che segnala al guidatore in modo rapido ed efficace perdite di pressione del 30% per mezzo di un segnale ottico-acustico. Questo dispositivo è stato adottato su alcune automobili (come la nuova Mini ed alcune versioni delle BMW Serie 5, Serie 7 e z8) e permette alle Case costruttrici di automobili di rispondere alle indicazioni della normativa statunitense TREAD Act e di quelle analogie che sono destinate ad entrare in altri Paesi.
Coerentemente con la tradizione e l’immagine di marca Dunlop, la tecnologia DSST è oggi applicata a 7 disegni di pneumatici ad altre prestazioni di tipo estivo ed invernale. I pneumatici run-flat Dunlop con tecnologia DSST sono già adottati in primo equipaggiamento su Mini Cooper, BMW Serie 5, Serie 7 e Z8 e sulle nuovissima Serie 6 coupé al vertice della gamma, nonché sulle Mercedes Classe E e Classe S, e sono disponibili in Italia in un totale di 21 misure diverse.

NO COMMENTS

Leave a Reply