I nuovi modelli Volvo S60, V60 e XC60, che verranno presentati per la prima volta al pubblico al Salone dell'Auto di Ginevra, saranno dotati di un nuovo dispositivo che rende più sicura la guida notturna.
Il rinnovato sistema di controllo attivo degli abbaglianti (Active High Beam Control) consente di lasciare sempre accesi i fari abbaglianti grazie a un sistema innovativo che evita l'abbagliamento degli automobilisti a bordo delle auto provenienti dalla direzione opposta.
<<L'obbiettivo che ci poniamo con la rinnovata tecnologia Active High Beam Control – ha detto Lotta Jakobsson, specialista tecnico senior in sicurezza presso il Centro di Sicurezza Volvo – è quello di potenziare la visibilità al buio facendo sì che i fari abbaglianti possano restare accesi continuamente, senza costringere l'automobilista a passare agli anabbaglianti quando incrocia altre auto o si avvicina a quelle che lo precedono>>.
Il principale vantaggio dell’Active High Beam Control è che il contesto di traffico al di fuori del fascio di luce dei fari viene comunque illuminato dagli abbaglianti. Ciò aumenta le probabilità che il conducente rilevi la presenza di oggetti a lato della strada. Quando si incrocia un'altra vettura o ci si avvicina a un'auto che ci precede, il sistema permette di evitare l'abbagliamento dell'altro automobilista riducendo solo di quanto basta l'intensità del fascio di luce.
Il sistema Active High Beam Control si serve della telecamera utilizzata anche dai dispositivi di rilevamento e frenata automatica, e posta in corrispondenza dello specchietto retrovisore nella parte alta del parabrezza, per individuare l'altro veicolo e l'area che deve essere schermata. La tecnologia è sufficientemente precisa da riuscire a inquadrare l'oggetto scelto con un'approssimazione di soli 1,5°.
La centralina di controllo invia le informazioni a un meccanismo modulare di proiezione integrato nel faro anteriore. Un minuscolo cilindro con parti metalliche di dimensioni diverse consente di schermare il fascio di luce solo quanto basta.
Il sistema, che funziona anche incrociando motocicli, opera con proiettori allo xeno. Il dispositivo si attiva a 15 km/h e verrà reso disponibile a partire dalla primavera del 2013 sui modelli S60, V60 e XC60.
Un'altra anteprima mondiale per la sicurezza, che Volvo presenterà sempre a Ginevra, è una nuova tecnologia per evitare le collisioni. <<Abbiamo continuato a potenziare le nostre tecnologie per la prevenzione delle collisioni e a Ginevra presenteremo una rivoluzionaria novità – ha svelato Lotta Jakobsson -. In quanto leader nella sicurezza delle automobili, dal 2000 ad oggi abbiamo ridotto di oltre il 50% il rischio di lesioni a seguito di incidente in uno dei nostri modelli più recenti. Grazie alla continua introduzione di nuovi sistemi di prevenzione e protezione continuiamo a perseguire il nostro obiettivo ultimo, ovvero azzerare il numero di feriti o vittime a seguito di un incidente in una nuova Volvo entro il 2020>>.