Milano – I Display con tecnologia Tft (Thin film transistor) rappresentano già la norma negli abitacoli delle vetture di prestigio. Grazie all’esperienza qualificata di Continental, questa tecnologia è stata progettata e adattata anche per le due ruote. Il mercato li propone già: sono i display Tft, ma risultano leggibili solo se protetti dalla luce solare. Centodieci anni di esperienza confermano la leadership di Continental a livello mondiale, sempre all’avanguardia nella progettazione di nuove funzioni come quelle sviluppate per i cockpit delle moto, aprendo così un capitolo nuovo.
Le unità Tft di Continental permettono ai motociclisti di visualizzare senza difficoltà tutte le informazioni utili: la velocità, la temperatura dell'aria, la navigazione. Ma non solo, possono essere controllate le informazioni relative al riscaldamento delle manopole e, addirittura, visualizzabile il display dello smartphone del conducente.
La strumentazione include il keyless system, il controllo delle luci e degli indicatori di direzione. La  sua struttura robusta è stata progettata per condizioni estreme, tipiche dei veicoli senza abitacolo, e garantisce durata e affidabilità anche in condizioni ambientali e climatiche particolarmente difficili.
 Gli sviluppatori si sono focalizzati sulla creazione di un display ad elevato contrasto: i motociclisti possono quindi leggere le informazioni facilmente e in qualunque condizione di luce. Questo grazie all’utilizzo di display transflettivi da 4,2 pollici che, grazie ai 480 x 272 pixel di risoluzione, è in grado anche di riprodurre grafiche complesse. Grazie ad una buona flessibilità di progettazione, i designer di motocicli hanno massima libertà di sviluppo. Questo permette alle moto di prestigio di essere equipaggiate con una strumentazione rispondente delle aspettative dei loro clienti: non a caso, le unità Tft sono prodotti di elevatissima  qualità, perfettamente integrabili.
Grazie ad un ventaglio completo di prodotti, Continental risponde a tutte le esigenze di mercato. In aggiunta alla tecnologia innovative applicata agli strumenti, a bordo delle categorie di moto di fascia alta, l'azienda offre anche il miglior design ad un prezzo competitivo. La strumentazione elettronica (Eic), con sensore di velocità integrato, rappresenta un’altra innovazione. Una tecnologia destinata a sostituire i quadri meccanici con una maggiore robustezza, affidabilità, precisione e flessibilità. Anche ciclomotori “low-cost” di bassa cilindrata e scooter possono essere equipaggiati con la nuova strumentazione, a prezzi accessibili, in linea con la tendenza che conduce a scegliere veicoli economicamente efficienti.
<<Questa tipologia di prodotti a prezzi accessibili, ci permette di offrire ai produttori di moto soluzioni elettroniche in grado di soddisfare le esigenze degli utenti, sempre alla ricerca di prodotti efficienti, ed economicamente vantaggiose, in linea con i mercati emergenti come Cina e India>>, commenta Michael Ruf, head of the business unit commercial vehicles & aftermarket di Continental.
Qualunque sia la strumentazione richiesta – soluzioni digitali completamente integrate, cluster modulari o singoli display – Continental può affidarsi a sinergie importanti. Gli utenti possono, infatti, beneficiare della competenza di un marchio storico, la cui forza innovatrice e garanzia di qualità stabiliscono nuovi standard software, tecnologia di visualizzazione e di trattamento delle superfici. La rete internazionale capillare delle sedi destinate allo sviluppo e alla produzione permette di rendere disponibili ai produttori di moto le ultime innovazioni nel più breve tempo possibile, riducendo al massimo i tempi di consegna.
Inoltre, Continental risponde alle esigenze del mercato senza trascurare le necessità dei produttori fin dalla primissima fase di sviluppo.
<I nostri sviluppatori e designer sono costantemente in contatto con i produttori di motocicli. Ciò significa che le nostre idee, ma anche le Vision e le sfide delle case motociclistiche vengono valutate per i processi di sviluppo>>, conclude Ruf.