Torino – La nuova generazione di motori fuoribordo Suzuki rappresenta una costante fonte di innovazione sul mercato mondiale dei motori fuoribordo. Il marchio Suzuki è, infatti, da sempre pioniere in materia di innovazione tecnologica e, grazie agli ampi investimenti in Ricerca&Sviluppo, ha dato vita a una gamma di motori fuoribordo leggeri, compatti, potenti e eleganti, ma, soprattutto, parsimoniosi nei consumi.
Una delle ultime rivoluzionarie innovazioni introdotte è stata il Lean Burn System Control che letteralmente significa “sistema a combustione magra". E’ un sistema intelligente in grado di calcolare il fabbisogno di carburante sulla base delle condizioni di guida, alimentando i cilindri con una miscela aria-carburante molto più magra rispetto alla miscela utilizzata nei motori di tipo convenzionale. Infatti, un normale motore a benzina funziona con un rapporto aria-carburante (rapporto Stechiometrico) di 14,7:1, un sistema a combustione magra può aumentare questo rapporto fino a 18:1, ottenendo un significativo aumento dell’efficienza. L’alterazione del rapporto avviene grazie al sistema d’iniezione elettronica del carburante nei cilindri. Il mix di aria-carburante all’avviamento è di circa 13kg di aria per 1kg di carburante, questo al fine di facilitarne lo scoppio in qualsiasi condizione ambientale; dai 1500 a 5000g/min circa entra in funzione il sistema Lean Burn Control, che raggiunge il suo valore massimo a 4500g/min circa.
I motori che adottano questo sistema sono dotati di condotti a camere di combustione studiati con estrema accuratezza dal punto di vista fluidodinamico; sono, inoltre, in grado di impartire alla carica un’elevata turbolenza orientata al fine di far concentrare la benzina vaporizzata in prossimità della candela. Quando scocca la scintilla, la miscela presente tra gli elettrodi ha quindi un rapporto aria-carburante tale da risultare facilmente accendibile; essa provvede poi a trasmettere (in buona misura grazie anche alla elevata turbolenza) la combustione alla carica presente nelle altre zone della camera, che risulta avere un rapporto stechiometrico molto più magro (fronte di fiamma). Grazie a questo mix di carburante e aria più magro è possibile abbattere considerevolmente i consumi.
Il Sistema Suzuki Lean Burn è stato introdotto per la prima volta sui modelli DF70A/DF80A/DF90A nel 2008 e, attualmente, è presente sui modelli DF300AP, DF250AP, DF140A, DF115A, DF100A, DF90A, DF80A, DF70A, DF40A, DF20A, DF15A e DF9.9B.
Per ottimizzare il sistema “Lean Burn Control” il DF300AP, DF250AP, il DF140A, il DF115A e il DF100A sono dotati di un innovativo sistema di controllo del sensore O2 (Ossigeno), in grado si regalare agli utenti un incredibile miglioramento dell’efficienza dei livelli di consumo del carburante e un funzionamento più ecologico, ottimizzando il rendimento generale e eleggendo il blocco-motore deDF300AP e DF250AP a cavallo di battaglia della gamma di motori fuoribordo Suzuki Marine.
Per rilevare e controllare eventuali battiti del motore non necessari, provocati dalla combustione, ll DF115A e DF140A sono provvisti di un sensore di battito.
I DF70A/80A/90A rappresentano un’ottima sintesi di alcune delle innovazioni tecnologiche introdotte negli ultimi anni dal marchio Suzuki, ovvero, design compatto; rapporto peso/potenza contenuto, grazie al disassamento tra asse di trasmissione e albero motore; e, ultimo, ma non meno importante, il Lean Burn Control System che consente di adeguare i livelli di consumo di carburante a qualsiasi condizione di guida.
Il DF40A unisce un motore Dohc (doppia camma), in grado di consentire performance elevate,  al sistema Suzuki “Lean Burn Control”. Il risultato di questo mix di tecnologia è un motore fuoribordo di potenza e rendimento superiori e con livelli di consumo di carburante decisamente contenuti.
I DF20A, DF15A e DF9.9B sono i primi motori al mondo dotati dell’innovativo sistema di iniezione elettronica del carburante senza l’ausilio della batteria per offrire un avviamento facilitato, e, di concerto con il sistema Lean Burn, un notevole risparmio di carburante e una risposta pronta in accelerazione.