Rolle –  Una perfetta manovra di parcheggio “in parallelo” può essere fonte di stress….ma non per il nuovo Qashqai, grazie all’azione combinata del sistema Park Assist con quello dell’Around View Monitor (Avm). Automaticamente, il Park Assist misura lo spazio di parcheggio e sterza attivamente per posizionare il veicolo nell’area individuata. Il conducente deve controllare solo il movimento del veicolo nelle fasi di manovra e, nel farlo, l’Avm gli consente di avere una visuale chiara di tutto lo spazio che circonda il veicolo. Il sistema avanzato di assistenza al parcheggio richiede uno spazio di appena 80 cm più lungo della dimensione del Qashqai per poter operare l’inserimento del veicolo nello stesso, in modo impeccabile e senza rischi di danno per ruote o carrozzeria.
Il Park Assist supporta anche le manovre di inserimento negli spazi a pettine o in schiera. Una volta che il dispositivo ha individuato le linee bianche che definiscono l’area di parcheggio (elemento necessario per il funzionamento del sistema), la manovra sarà eseguita automaticamente.
Per operare in massima sicurezza, eventuali persone o oggetti che si trovassero sulla traiettoria del Qashqai in fase di retromarcia vengono individuate dal sistema di rilevamento oggetti in movimento. Il conducente riceve non solo segnali acustici di allerta, ma anche immagini dell’ostacolo, proiettate sull’ampio schermo del navigatore Nissan Connect. Il Qashqai è anche disponibile con sensori di parcheggio anteriori e posteriori che emettono avvisi acustici e visivi sul quadro strumenti del nuovo Qashqai.
La gran parte dei sistemi di assistenza del nuovo Qashqai dipende dalla telecamera posteriore dell’auto ed è, quindi, fondamentale assicurare la pulizia della relativa lente in tutte le condizioni, per determinare la chiarezza delle immagini trasmesse allo schermo del navigatore. Grazie ad una funzione di auto-pulizia, la lente viene lavata e asciugata ogni volta che i sensori di controllo rilevano un deterioramento della qualità dell’immagine.
Tra le valenze di tecnologia che Nissan propone sul nuovo Qashqai spicca il Safety Shield (letteralmente “scudo di sicurezza”), una serie di sistemi a protezione di tutti gli occupanti dell’auto e che è espressione della visione Nissan per un futuro a “zero incidenti”. L’impegno della Casa è sottolineato dal progetto che mira a introdurre sul mercato, entro il 2020, veicoli che si guideranno autonomamente.
Il Safety Shield include il  Sistema di frenata attiva. Il sistema anti-collisione esegue una scansione radar del tratto di strada davanti al veicolo per offrire tre diversi livelli di assistenza: inizialmente, emette un allarme acustico per segnalare il progressivo avvicinamento all'auto che precede Qashqai. In caso di mancata risposta da parte del conducente, il sistema applica parzialmente il freno e, se la distanza continua a diminuire, rende l'intervento ancora più deciso. Il Safety Shield include anche il rilevamento condizioni del guidatore in grado di capire quando il livello di attenzione non è ottimale.
Dopo aver "studiato" lo stile di guida, il sistema controlla i movimenti dello sterzo, visualizzando una spia sul cruscotto non appena diventano incostanti. In questo modo, il conducente saprà quando è il momento di fare una pausa. Un altro sistema incluso nel Safety Shield è  il riconoscimento della segnaletica stradale che si avvale di una telecamera anteriore che rileva e mostra automaticamente i segnali dei limiti di velocità. Il sistema funziona in tutta Europa, indipendentemente dalla segnaletica di ciascun Paese, e riporta due valori distinti per i Paesi in cui vige un doppio standard a seconda delle condizioni meteorologiche e, quindi, del manto stradale (asciutto o bagnato).
Utile in modo particolare sulle strade a corsie multiple, il sistema di Avviso cambio di corsia involontario segnala eventuali deviazioni dell'auto rispetto alla corsia di marcia. Il computer di bordo rileva anche la segnaletica orizzontale, "intuisce" se l’auto sta deviando dalla direzione voluta senza segnalarlo e avverte immediatamente il guidatore perché ritorni in carreggiata.
Il sistema di copertura degli angoli ciechi sfrutta la retrocamera dell'Avm per individuare i veicoli che si trovano nell'angolo cieco degli specchietti retrovisori, su entrambi i lati. La presenza di eventuali veicoli viene segnalata da una spia luminosa integrata nel vetro del retrovisore esterno, sul lato corrispondente. Se il conducente attiva gli indicatori di direzione per cambiare corsia, ma il sistema rileva una potenziale collisione con un veicolo che sta sopraggiungendo, la spia lampeggia accompagnata da un allarme sonoro. 
Nel sistema di allerta oggetti in movimento i sensori di parcheggio anteriori e posteriori inviano segnali acustici e visivi sul quadro strumenti del cruscotto per orientare il conducente durante le manovre. Inoltre, Qashqai è dotato di una versione avanzata di Around View Monitor, il  sistema di ausilio al parcheggio con visuale aerea a 360 gradi. Se il veicolo è fermo e un oggetto entra nell'area coperta dalle quattro telecamere, il sistema emette un allarme acustico ed evidenzia il punto interessato dall'ostacolo.
La telecamera posteriore dell'Avm, montata sul portellone e dotata di una lente convessa, offre una visuale molto ampia, superiore a 180 gradi, dell'area dietro il veicolo. Le immagini vengono trasmesse sul nuovo, ampio schermo da 7 pollici di NissanConnect ad alta definizione.
Infine la regolazione automatica dei fari abbaglianti. Gestita da una telecamera ad alta risoluzione e un software avanzato, la nuova funzione di regolazione automatica dei fari anteriori evita al conducente di dover disinserire gli abbaglianti alla comparsa di un veicolo che viaggia in direzione opposta al senso di marcia o che precede e mantiene un'illuminazione perfetta anche sulle strade più buie.