La connessione tra auto, conducente e mondo esterno innalza i livelli di sicurezza e comfort. È innegabile. E non a caso il livello hi-tech di tutte le vetture di ultima generazione è ormai alto. Perché si punta forte su una caratterizzazione dell’auto diversa da quella a cui si puntava fino a qualche decennio fa.
Grazie al long test drive della nuova Bmw Z4 abbiamo avuto la possibilità di scoprire più nel dettaglio il sistema infotainment Bmw ConnectedDrive, uno di quelli più all’avanguardia nel settore.
Disponibili come optional, sulla Z4 sDrive20i troviamo:
 
Comfort: Bmw Assist con Concierge Service, funzioni a?distanza, Real Time Traffic Information, BMW TeleServices, integrazione di apparecchi periferici mobili.
Infotainment: accesso a internet, Bmw Online con informazioni sul parcheggio, sul paese, ricerca settoriale Google, news, meteo in tempo reale, Bmw Routes, funzioni di ufficio mobile, Bluetooth Audio Streaming e update online brani musicali, applicazioni ufficiali.
Sicurezza: Adaptive Light Control, High Beam Assistant, Park Distance Control, regolazione della velocità con funzione frenante, chiamata di soccorso automatica.
 
Il Bmw ConnectedDrive riunisce un’ampia offerta di servizi di mobilità, che adesso può essere utilizzata comodamente anche quando si è in viaggio. Grazie al ConnectedDrive Store, i servizi su base online, come per esempio il Concierge Service, l’assistente personale raggiungibile 24 ore su 24, sono prenotabili in qualsiasi momento – anche dall’automobile e con durate di abbonamento variabili.
La premessa è che nella vettura sia integrata una carta SIM. La scheda fa parte dell’equipaggiamento dei ConnectedDrive Services ed è disponibile ad esempio quando viene ordinata la vettura con la chiamata di soccorso intelligente.
 
CONNECTEDDRIVE STORE
Il Bmw ConnectedDrive Store è raggiungibile sia da casa sia quando si è in viaggio proprio attraverso la carta SIM integrata nella vettura. Attraverso il ConnectedDrive Store si possono prenotare i servizi di mobilità e le offerte d’infotainment e di entertainment.
L’accesso al mondo delle offerte su base online avviene attraverso il portale cliente di internet (“My Bmw ConnectedDrive”) nel quale ogni nuovo cliente si registra un’unica volta con le sue vetture. A partire da questa registrazione, l’accesso al ConnectedDrive è disponibile in un’area riservata, protetta da password.
Grazie all’iDrive Controller, il comando è intuitivo e la visualizzazione avviene sul Control Display centrale del cockpit. Analogamente al computer di casa, vengono elencati tutti i servizi disponibili per la vettura, nonché i rispettivi costi e le opzioni di durata (da un mese a diversi anni). Il cliente deve solo digitare la password, confermare la durata e la modalità di pagamento depositata nel portale e pochi minuti dopo può godersi le opzioni attivate.
Il ConnectedDrive Store consente dunque di ampliare e aggiornare in qualsiasi momento le funzionalità della vettura, così che una Bmw può essere aggiornata all’ultimo stato anche dopo diversi anni. Motivo per cui questa offerta vale anche per i secondi proprietari e gli acquirenti di vetture usate.
 
CONCIERGE SERVICE
Premendo un pulsante, l’applicazione crea 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno, un collegamento con gli operatori del CallCenter Bmw. L’assistente personale cerca per esempio la farmacia di turno più vicina, prenota una camera d’albergo o informa sulla programmazione di un cinema. Oltre a numeri telefonici, indirizzi e-mail e internet, il cliente può farsi trasmettere direttamente sul sistema di navigazione anche la guida a destinazione.
 
CHIAMATA DI SOCCORSO INTELLIGENTE
Nel 2015 la chiamata di soccorso automatica sarà obbligatoria per le nuove automobili vendute nell’Unione Europea. Grazie alla chiamata di soccorso intelligente, il Bmw ConnectedDrive offre già oggi un sistema di sicurezza che con il rilevamento della gravità dell’infortunio garantisce prestazioni che superano ampliamente le norme previste dalla legge per il 2015.
Se i “sensori di crash” della vettura registrano un incidente con attivazione degli airbag, attraverso la carta SIM integrata, la chiamata di soccorso intelligente crea un collegamento telefonico con il CallCenter. Contemporaneamente, vengono trasmessi i dati di posizione, il tipo di vettura, la gravità dell’infortunio e il numero dei possibili feriti.
In base a tutti i dati il CallCenter Bmw decide quali misure di soccorso attivare e fino all’arrivo delle squadre di soccorso resta in contatto con le persone a bordo. Oltre all’attivazione automatica, la chiamata di soccorso intelligente può essere attivata anche manualmente, per esempio quando si vuole aiutare un’altra vettura coinvolta in un incidente.
 
SISTEMI DI ASSISTENZA E MOBILITÀ
Sulla nuova Bmw Z4 è stata nuovamente ampliata la gamma di sistemi di assistenza al guidatore e di servizi di mobilità. La Z4 è equipaggiabile per esempio con un sensore pioggia, Adaptive Light Control e High Beam Assistant. In più, sono disponibili la regolazione di velocità con funzione frenante e il Park Distance Control con sensori inseriti nel frontale e nella coda della vettura.
In combinazione con il sistema di navigazione Professional l’optional “Connected Drive Services” consente di utilizzare a bordo dei servizi d’informazione e d’intrattenimento sulla base di internet. L’equipaggiamento opzionale è la prerogativa per utilizzare in automobile le applicazioni ufficiali attraverso il Control Display e l’iDrive Controller. Inoltre, è disponibile la funzione Real Time Traffic Information che fornisce al guidatore avvertimenti in tempo reale su eventuali code e raccomandazioni di deviazione.
Grazie alle applicazioni ufficiali Bmw, chi possiede un iPhone può ricevere le stazioni di webradio, visualizzare sul monitor di bordo delle informazioni di Facebook e Twitter e farsele leggere.
 
APP PER TUTTI I GUSTI
Da buon sistema infotainment come si deve, il Bmw ConnectedDrive prevede un ampia gamma di applicazioni per iPhone perfettamente integrabili con il sistema della vettura.
Un esempio è il Bmw M Laptimer, applicazione sviluppata da Bmw M per chi è interessato alle prestazioni, che apre anche nuovi orizzonti nell’analisi della telemetria in pista. Oltre a registrare accelerazione, punti di frenata, tempo sul giro e forza G, l’app permette di confrontare i dati di più conducenti.
È possibile collegare il proprio iPhone alla Z4 tramite interfaccia USB o adattatore Snap-in, permettendogli di ricevere dati direttamente dai sensori della vettura attraverso l’innovativa interfaccia A4A (App per l’Automotive).
I dati vengono quindi rappresentati in un grafico sullo schermo dell’iPhone e l’avanzamento del veicolo viene visualizzato come test drive virtuale, utilizzando i dati effettivi registrati. Una funzionalità extra permette di riprodurre giri virtuali di vari conducenti sotto forma di animazione. Tra le altre cose, questa funzionalità permette di visualizzare e analizzare con maggior precisione le differenze tra le varie prestazioni.
Memorizzando i giri virtuali sullo smartphone, il conducente può acquisire le registrazioni dal veicolo e condividerle con gli amici tramite Twitter, Facebook o e-mail. Per gli smanettoni dell’auto e per gli amanti della condivisione social a tutti i costi, un app da avere (ma prima ricordate che serve una Bmw!).
Un’altra app di recente aggiunta a quelle disponibili con il Bmw ConnectedDrive è l’Amazon Cloud Player, che garantisce l’accesso a più di 27 milioni di brani musicali ed è stata brillantemente adattata per l’uso in auto, come app approvata Bmw.
L’app può essere utilizzata in modo facile e sicuro usando l’iDrive Controller e costituisce un’ulteriore prova degli sforzi di Bmw nell’ampliare la propria gamma di applicazioni. Le ultime “new entry” comprendono proposte di fornitori quali Audible (contenuti di tipo spoken), Glympse (informazioni sulla posizione GPS), Rhapsody (servizio di abbonamento musicale) e TuneIn (web radio).
Queste nuove app, per citarne alcune, portano Bmw sempre più vicino all’obiettivo di una connettività al 100%, per una connessione totale tra veicolo, conducente e mondo esterno. Molte delle vetture Bmw dotate di schede SIM di serie consentono già una connettività completa. E negli Stati Uniti tutte le nuove Bmw vendute dal 2014 hanno già in dotazione scheda dati e telefonica.

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.