Stoccarda – Mercedes-Benz stabilisce standard di efficienza mai raggiunti prima nel segmento premium con i nuovissimi motori V6 e V8. Il nuovo motore V8 ha una cilindrata da 4.663 cm3 ed eroga una potenza pari a 435 cv, più o meno il 12% in più del suo predecessore nonostante circa 0,8 litri di cilindrata in meno. La coppia è aumentata da 530 Nm a 700 Nm, in altre parole del 32%. Il consumo di carburante è invece stato ridotto del 22%. A parità di cilindrata (3.499 cm3) rispetto al modello precedente, il nuovo motore V6 sviluppa 306 cv di potenza. La coppia è aumentata passando da 350 Nm a 370 Nm. Anche in questo caso, il miglioramento in termini di rendimento del carburante è notevole. La S 350 con il nuovo motore V6 consuma solo 7,6 litri ogni 100 chilometri, un risparmio del 24% rispetto al suo predecessore. Mercedes-Benz è riuscita a realizzare questo cambiamento radicale in termini di efficienza grazie all’utilizzo della funzione start/stop di serie e ad altre caratteristiche, come per esempio la nuova iniezione diretta benzina di terza generazione, con combustione a getto guidato, iniezione multipla e multi-spark.
Con questa nuova generazione di motori a V, Mercedes-Benz dimostra chiaramente che, grazie ad un perfezionamento concertato, i motori a combustione interna hanno ancora un potenziale considerevole e  che, grazie al funzionamento ampiamente migliorato, i motori V6 e V8 potranno continuare ad essere utilizzati in futuro con buoni risultati.
Un consumo di carburante notevolmente più contenuto a fronte di una potenza superiore, ha rappresentato l’obiettivo di sviluppo della nuova generazione di motori a V Mercedes-Benz, che verranno inizialmente utilizzati come 8 cilindri nella Classe CL e poi, a partire dall’autunno 2010, nella Classe S. Mercedes-Benz ha sviluppato i nuovi propulsori da sei e otto cilindri perché i motori a combustione interna ottimizzati continuano a presentare vantaggi specifici rispetto ad altri sistemi di propulsione, in termini di range operativo e di tempi e costi di rifornimento, offrendo il maggior potenziale a breve termine per ottenere risparmi di carburante significativi nel funzionamento quotidiano. 
<<I nuovi motori a sei e otto cilindri di Mercedes-Benz sono una sintesi unica di erogazione di potenza semplice, di comfort ed efficienza – afferma  Thomas Weber, membro dell’executive board di Daimler AG, responsabile corporate research and development di Mercedes-Benz Cars – Entrambi colpiscono per gli alti livelli di perfezione e per l’esemplare compatibilità ambientale>>.
La nuova famiglia di motori Mercedes-Benz si basa, senza compromessi, su un sistema modulare, che consente di utilizzare la funzione start/stop, la trazione integrale 4MATIC e la combinazione con un modulo ibrido. 
Pur prendendo spunto dal suo predecessore, il V8 è stato però sottoposto ad ulteriore sviluppo armonizzato. Dispone ad esempio di una cilindrata inferiore del 15% (4.663 ccc invece di 5.461 cc) ma eroga ben 435 cv di potenza, sviluppando pertanto una potenza in uscita superiore del 12% circa rispetto al propulsore precedente (388 cv). Mentre l’attuale CL 500 consuma 12,3 litri ogni 100 chilometri, con il nuovo motore questo dato scende a 9,5 litri: una riduzione del 22%. Anche le emissioni di CO2 sono diminuite del 22%, da 288 g/km a 224 g/km: un dato eccezionale per questa classe di prestazioni. Nel contempo, la coppia è stata aumentata da 530 Nm a 700 Nm: un amento pari al 32%.  Poiché la coppia alta massima è disponibile già da 1.800 giri/min, il nuovo V8 high-tech è in grado di erogare un’eccezionale potenza fin dai bassi regimi del motore, unitamente ad un’armonia e perfezione eccezionali per un otto cilindri.  Nel nuovo V8, gli ingegneri Mercedes-Benz hanno ottenuto in primo luogo una potenza elevata con una cilindrata inferiore avvalendosi di due turbocompressori: uno per ciascuna bancata di cilindri. I compressori sono stati configurati per fornire una coppia elevata perfino a bassi regimi del motore: rispetto al motore precedente si è ottenuto un aumento superiore al 40% a 2.000 giri/min. Tra 1.600 e 4.750 giri/min si ottengono ben 600 Nm. Pertanto il guidatore non avverte alcun ritardo del turbo, ma, grazie al nuovo V8, assapora le stesse piacevoli e naturale prestazioni di un potente motore da 7 litri ad aspirazione naturale.
Il nuovo motore V6 ha un’aspirazione naturale ed ha il potenziale per poter essere utilizzato in futuro con un turbocompressore, grazie al suo design modulare. Il cambiamento più evidente tra il nuovo propulsore V6 e il suo predecessore è una riduzione dell’angolo a V tra le linee di cilindri da 90 a 60 gradi. Questo ha consentito di eliminare le vibrazioni primarie del contralbero di bilanciamento, aumentando notevolmente il livello di comfort percepito dal conducente.  Per il nuovo V6 è stato sviluppato un sistema, del tutto innovativo, di aspirazione e scarico dei gas, con un collettore di aspirazione a risonanza variabile e flussi di aria ottimizzati. Questo ha consentito di aumentare la potenza in uscita del motore da 3.499 cc, portandola a 306 cv (motore precedente con la stessa cilindrata della Classe S: 272 cv. La coppia è stata portata da 350 Nm a 370 Nm ed è disponibile tra 3.500 e 5.250 giri/min.
Particolarmente evidente la riduzione dei consumi. La S 350 con il nuovo motore V6 consuma solo 7,6 litri ogni 100 chilometri (emissioni di CO2: 177 g/km) risultando quindi più economica del 24% rispetto al modello precedente (10,0 l/100 km). Questi aspetti hanno fatto del V6 un vero e proprio punto di riferimento nel suo segmento rispetto ai modelli con potenza analoga. (ore 11:00)