Tecnologie Bosch per un mondo connesso al CES 2015

Internet e la globalizzazione hanno reso il mondo sempre più connesso. Bosch propone soluzioni tecnologiche che possono aiutare ad integrare questo continuo processo di sviluppo.

bosch ces 2015

Al CES 2015 di Las Vegas, Bosch ha presentato una serie di soluzioni intelligenti per rendere la vita dei consumatori più efficiente e sicura, nel rispetto dell’ambiente, riducendo i costi: dai sensori alle soluzioni per un uso intelligente dell’energia, dalla eMobility alla guida automatizzata, dai software intelligenti alle smart city, dalla telematica alla termotecnica, dagli elettrodomestici agli elettroutensili.

Secondo le previsioni Bosch, entro il 2015 circa il 75% della popolazione mondiale avrà accesso a internet. Saranno sei miliardi i dispositivi connessi alla rete. Questo sviluppo favorirà importanti cambiamenti nel settore dell’energia e della tecnologia delle costruzioni nei prossimi anni e aprirà la strada a nuovi servizi e modelli di business.

Focalizzandoci sul settore automotive, vediamo alcune delle principali novità presentate al CES 2015.

SOLUZIONI PER LA MOBILITÀ INTELLIGENTE
Bosch ha mostrato il suo lavoro per rendere l’auto parte attiva del mondo internet offrendo ai guidatori un’ampia gamma di vantaggi. Questa soluzione intelligente è resa fisicamente possibile grazie alla Connectivity Control Unit (CCU), una piccola scatola connessa alla rete interna del veicolo che comprende un modulo GSM per le comunicazioni e un modulo GPS che fornisce i dati relativi alla posizione effettiva dell’automobile.

Bosch ritiene che a partire dal 2016 tutti i nuovi veicoli commerciali a lunga percorrenza prodotti in Europa e negli Stati Uniti saranno provvisti di soluzioni per la connessione in rete.

I nuovi servizi telematici di Bosch garantiscono una maggiore trasparenza e una panoramica più chiara ai gestori di flotte. Infatti, i dati relativi ai viaggi e alla manutenzione vengono inviati a Bosch per l’analisi attraverso l’interfaccia del sistema di diagnostica “on board” (OBD) del veicolo. In base a questi dati il gestore della flotta sarà in grado di ottimizzare i periodi di utilizzo dei veicoli e gli intervalli di manutenzione. Grazie al sistema di tracciamento GPS integrato, sono disponibili anche altri servizi, come il giornale di bordo elettronico e il sistema di allerta in caso di furto, che riducono i costi generali di un veicolo.

LA CONNETTIVITÀ ENTRA NELLE OFFICINE
L’elettronica svolge un ruolo sempre più importante nei veicoli, per questo motivo Bosch fornisce alle officine i dati online relativi ai veicoli e alla diagnostica necessari per trovare il problema ed effettuare la riparazione.

Mentre il tecnico dell’assistenza porta il veicolo nell’officina, in futuro il componente “Flex Inspect” di Bosch leggerà automaticamente la memoria guasti e controllerà la batteria, la pressione dei pneumatici e la geometria del telaio. Il tecnico, così, sarà in grado di illustrare immediatamente al guidatore tutti i lavori necessari.

Già in fase di lavorazione il tecnico può essere supportato da soluzioni di realtà aumentata. Dopo aver inquadrato con la videocamera del tablet il vano motore, nell’immagine reale vengono mostrate le informazioni relative agli strumenti necessari e le istruzioni per effettuare la riparazione. Perfino i componenti nascosti sotto dei rivestimenti o i cavi dietro il cruscotto possono essere riprodotti in immagini tridimensionali.

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.