La Vespa, la Cinquecento, la bicicletta, l’Ape Car e molti altri mezzi vintage rivivono con nostalgia nelle tele di Tommaso de Falco esposte alla Mirafiori Galerie.

De Falco_Harley

I ricordi non perdono mai fascino con il tempo, per questo è importante ridare spesso vita a ciò che ha lasciato un segno nei nostri stessi ricordi.

E’ questa, in sintesi,  la filosofia creativa di Tommaso de Falco, artista eclettico e originale, e della mostra “Private Parking…” in esposizione da giovedì 15 gennaio a domenica 1° marzo alla Mirafiori Galerie di Torino, in collaborazione con PAssepARTout Unconventional Gallery.

“Private Parking…” propone un viaggio tra passato e futuro, tra struggimento e dolcezza, tra il ricordo di ciò che è stato e l’aspettativa di ciò che sarà. Un dualismo che l’autore rappresenta sulla tela con sfondi ora sgargianti ora cupi, applicazioni di juta, carta, colature di colore e ruggine, quella vera.

La successione dei quadri in mostra offre così un percorso emozionante tra ricordi e sentimenti e, allo stesso tempo, ci induce a scoprire che possiamo ancora essere ciò che siamo stati, a provare ciò che abbiamo provato, a vivere ciò che abbiamo vissuto. I colori poi, così come le consistenze della materia scelta per le opere, le colature, le velature e le “svelature” sono il racconto di un vissuto terreno che non nasconde la sua drammaticità, ponendo l’accento sull’inquietudine esistenziale.

Ed ecco allora che lo spazio permanente dedicato all’arte contemporanea di Piazza Cattaneo si popola di auto arrugginite, incidentate, rottamate; di vecchi e mitici veicoli che certamente hanno giocato un ruolo nella vita di ognuno.

La Vespa, la Cinquecento, la bicicletta, l’Ape Car e molti altri mezzi vintage che hanno certamente trovato un posto nella nostra memoria rivivono ora con nostalgia nelle tele di Tommaso de Falco.

NO COMMENTS

Leave a Reply