Secondo uno studio dell’Osservatorio Autopromotec, in cima alle preoccupazioni delle famiglie italiane per quanto riguarda i problemi ambientali vi sono il traffico e le difficoltà di parcheggio. Il metano potrebbe rappresentare una valida soluzione per ridurre le emissioni di sostanze nocive dei veicoli.

traffico

E’ vero, se si confrontano i dati più recenti con quegli degli ultimi anni, possiamo notare che la percentuale di famiglie che esprime preoccupazione per il traffico, le difficoltà di parcheggio e l’inquinamento dell’aria e acustico è senza ombra di dubbio diminuita nell’arco di tempo di 4 anni, dal 2010 al 2014. Questa diminuzione, però, è sicuramente correlata con il calo del traffico che si è verificato negli ultimi anni a causa di una serie di fattori riconducibili alla crisi economica ed all’aumento del prezzo del carburante, quindi la tendenza al calo della percentuale di famiglie che esprimono preoccupazioni per i problemi ambientali non deve far credere che questi problemi siano in realtà risolti. Così non è.

A metterci in guardia  è uno studio dell’Osservatorio Autopromotec su dati Istat che evidenzia come nel 2014 il 36,9%  delle famiglie italiane si è dichiarato preoccupato per il problema del traffico, il 35,2% per le difficoltà di parcheggio, il 34,4% per l’inquinamento dell’aria ed il 30,6% per il rumore. Lo studio realizzato da Autopromotec evidenzia che anche se i dati del 2014 sono in netto ribasso rispetto agli anni precedenti sono comunque alti.

Esiste poi un altro fattore da tenere in considerazione, gli ultimi dati disponibili segnalano infatti che è in corso una ripresa del traffico su strada, ripresa che, se sostenuta da un miglioramento dell’intera economia, non potrà che consolidarsi nel corso del 2015 e poi ancora negli anni successivi. Con la ripresa del traffico anche le preoccupazioni ambientali delle famiglie torneranno a crescere. Occorre, allora, che si trovino soluzioni per risolvere i problemi segnalati dalle famiglie, soluzioni che devono generare effetti positivi entro tempi molto brevi. La domanda sorge quindi spontanea, come rispondere a queste esigenze ?

Sono attualmente disponibili alcune tecnologie ed alcuni dispositivi che possono rendere il traffico su strada più rispettoso dell’ambiente, sia diminuendo le emissioni di sostanze nocive dei veicoli (e quindi migliorando la qualità dell’aria) che diminuendo il rumore. Tra queste soluzioni  sicuramente spicca anche l’utilizzo di veicoli alimentati a metano. L’Italia può infatti vantare la rete di distributori di metano più estesa d’Europa, con oltre mille punti.

I vantaggi dell’uso di veicoli a metano consistono in minori emissioni nocive, minore rumore, minori spese per il carburante.

Non risulterebbe difficile quindi comprendere che l’alimentazione a metano è una soluzione che coniuga effetti positivi a livello ambientale alla possibilità di ottenere sostanziosi risparmi nei costi di gestione dei veicoli. E proprio i veicoli a metano saranno tra i protagonisti della prossima edizione di Autopromotec, manifestazione biennale dedicata alle attrezzature e all’aftermarket automobilistico in programma a Bologna dal 20 al 24 maggio 2015.

Nell’area 44 del quartiere fieristico bolognese verrà infatti  allestita una struttura espositiva esterna in cui saranno presenti i più importanti attori del comparto del metano per autotrazione, ed in particolare le società più attive nel settore del dual fuel (diesel+metano) e del GNL (metano liquido).

Il focus sui veicoli a metano non si esaurirà solo nella parte espositiva. Nei giorni della manifestazione sono infatti previsti convegni, riunioni e tavole rotonde dedicate al settore dei veicoli a metano. In collaborazione con Federmetano sono stati avviati due progetti di forum e convegni in cui saranno coinvolte anche le associazioni di categoria dell’autotrasporto e i Ministeri interessati non solo ad aggiornare le norme ma anche a sviluppare questo settore, che è strategico per la crescita del nostro Paese.

NO COMMENTS

Leave a Reply