Torino – Misteriosi graffiti apparsi all’improvviso sui marciapiedi e le strade di Torino e inquietanti messaggi sui social network del Gruppo FCA hanno preceduto la comparsa, nella notte del 31 ottobre, di impronte fangose sui parabrezza delle auto parcheggiate in strada. Mirafiori Motor Village, il flagship di Fiat Chrysler Automobiles, ha scelto la ricorrenza più spaventosa dell’anno per sostenere, con una sorprendente azione di guerrilla marketing, il lancio di un importante piano commerciale dedicato a Jeep. La campagna segue idealmente quella avviata lo scorso aprile dal Gruppo Fiat, quando, con un’iniziativa di marketing verso i propri dipendenti, nel parcheggio di Mirafiori le vetture della concorrenza erano state ricoperte da un telo e dalla scritta “Nonostante tu sia con un’altra, continuiamo a pensare a te”.
<<Questa voltaspiega Gianfranco Agnusdei, responsabile marketing Mirafiori Motor Villageil progetto si rivolge a tutti i clienti ed è incentrato sul marchio Jeep, con l’obiettivo di creare brand awareness intorno al Mirafiori Motor Village, proponendolo come punto di riferimento per chi è interessato al marchio americano. Il target di riferimento al quale ci siamo rivolti è quello degli amanti dei veicoli offroad, distinguendo fra clienti Jeep e proprietari di suv e fuoristrada della concorrenza>>.
“Halloween 2014. Lasciate i vostri suv nel garage”: questo il consiglio firmato Mirafiori Motor Village che a partire dal 28 ottobre i torinesi hanno ricevuto attraverso numerosi graffiti comparsi sull’asfalto delle vie centrali della città. Contemporaneamente, le immagini dei graffiti sono state diffuse su tutti i social network ufficiali del Gruppo FCA in Italia scatenando un passaparola virale e dando la possibilità agli utenti di condividerle usando l’hashtag #trickorjeep.
Nella notte di venerdì 31 ottobre, i suv e i fuoristrada delle marche concorrenti parcheggiati nelle strade del centro sono stati “marchiati” con un’impronta di pneumatico fangosa sul parabrezza, applicata con un adesivo elettrostatico. Ad accompagnare lo sticker, un flyer cartaceo appeso allo specchietto con scritto “Scherzetto!” e i termini della proposta commerciale firmata dal flagship di piazza Riccardo Cattaneo. Le auto del Gruppo FCA, invece, sono state “risparmiate” e hanno ricevuto un sacchetto di dolci. L’iniziativa è supportata da una campagna display sui motori di ricerca e sui social network avviata il 25 ottobre e on air fino a metà novembre.