Tuono V4 1100, la supernaked Aprilia si rinnova con le versioni RR e Factory

Crescono le prestazioni del motore V4 dotato adesso di ben 175 cv, oltre all'introduzione di una ciclistica completamente rivista e un pacchetto di controlli elettronici ulteriormente evoluto.

Aprilia Tuono V4 1100

Sembrava un azzardo sulla carta, prendere una moto superbike, spogliarla di tutto e dotarla di manubrio alto. Un rischio che rappresentò a conti fatti una grande intuizione dei vertici Aprilia quando, nell’ormai lontano 2002, decisero di abbinare alla bicilindrica di punta di allora, la RSV 1000, il divertimento di una guida eretta. Da questa decisione nacque la Tuono che è sempre stata dunque una superbike con manubrio alto, divertente in pista così come in strada.

Da questa evoluzione nacque a sua volta una Tuono completamente nuova nel 2011, dotata di motore V4 da ben 167 cv e dell’eccezionale pacchetto di controlli elettronici APRC, tutt’ora ineguagliato per efficacia e tecnologia. Fino a giungere ai giorni nostri, con la “supernaked” di casa Aprilia che si rinnova ulteriormente, rimanendo però sempre fedele a se stessa.

La nuova Tuono V4 1100, infatti, possiede un motore da 175 cv e una coppia massima di 121 Nm, quote ciclistiche riviste per ottenere più agilità, APRC affinato, nuovo look, possibilità di connessione del proprio smartphone al veicolo tramite la piattaforma V4-MP e due versioni distinte per quanto riguarda l’allestimento: Factory e RR.

DUE VERSIONI, STESSO SPIRITO
Possiamo considerare oggi Tuono V4 una vera famiglia di motociclette, costituita da due modelli distinti nell’allestimento ma dotati dello stesso “spirito”. Tuono V4 1100 RR è in realtà la vera erede della precedente naked V4 di Aprilia tanto da essere premiata dalla critica del settore come moto più efficace e veloce del suo segmento. A questo modello si affianca una versione dedicata ad un pubblico estremamente esigente: Tuono V4 1100 Factory, dotata di una componentistica in gran parte derivata direttamente dalla nuova superbike Aprilia RSV4 RF.

Oltre a ricevere molti degli importanti aggiornamenti appena introdotti sulla nuova RSV4, Aprilia Tuono V4 1100 RR e Tuono V4 1100 Factory aggiungono un nuovo look grazie anche al cupolino più protettivo e ad un nuovo gruppo ottico più leggero di 1,5 kg e dotato di una luce di posizione con tecnologia led e forme che potremmo definite più moderne e meglio integrate con il design globale della moto.

La versione Factory si distingue anche per il nuovo codino tipico della Aprilia V4, mentre grazie alla seduta abbassata di 15 mm e al manubrio di nuova conformazione cambia l’ergonomia a bordo di entrambe le versioni, che diventano più comode e aumentano la sensazione di pieno controllo da parte del pilota.

CICLISTICA CAMPIONE DEL MONDO
la sua stretta derivazione dalla moto sette volte campione del mondo SBK risulta evidente dal telaio a doppio trave realizzato da elementi fusi e stampati in alluminio spazzolato, una struttura che vanta un impareggiabile equilibrio tra rigidezza torsionale e flessionale. Al fine di rendere Tuono V4 1100 più agile su strada, senza perdere il suo leggendario rigore in circuito è stata quindi dotata di forcellone in alluminio allungato di 4 mm, con il diverso setup delle sospensioni e il conseguente adeguamento dei controlli elettronici, tra cui il controllo di impennata, per ottenere una ciclistica granitica sul veloce ma più agile nei cambi di direzione.

Aprilia Tuono V4 1100

Tuono V4 1100 RR è equipaggiata con sospensioni di elevata qualità: la forcella Sachs a steli rovesciati di 43 mm presenta le regolazioni dell’idraulica in compressione ed estensione separate “one by one”, oltre a prevedere, su entrambi gli steli, i registri del precarico delle molle.

La più raffinata versione Factory propone invece un allestimento di serie mutuato dalla regina delle superbike Aprilia RSV4 RF. Il reparto sospensioni è formato infatti da un terzetto di elementi realizzati da Öhlins (forcella, ammortizzatore posteriore e di sterzo), caratterizzati dalla finissima possibilità di regolazione e dal setup di base messo a punto per restituire al pilota il massimo feedback di comportamento nella guida sportiva.

L’impianto frenante della nuova gamma Tuono V4 1100 è veramente di tutto rispetto se pensiamo che  propone una coppia di pinze Brembo monoblocco M432 anteriori che agiscono su dischi dalle flange in alluminio alleggerito (per Tuono V4 1100 Factory).

CONTROLLI ELETTRONICI DA SUPERBIKE
La gamma Tuono V4 1100 riceve gli importanti aggiornamenti del già eccezionale APRC che ha debuttato su RSV4 RR e RSV4 RF. Come noto, APRC (Aprilia Performance Ride Control) è il pacchetto di sistemi di controllo brevettato da Aprilia che deriva direttamente dalla tecnologia vincente nel campionato mondiale Superbike e che prevede le funzioni di autocalibrazione della circonferenza dei pneumatici e del controllo dell’impennata.

La terza generazione dell’APRC, di serie sulle nuove Tuono V4 1100, si integra al massimo con la fine gestione elettronica full Ride-by-Wire multimappa del rinnovato motore V4. Oltre all’APRC di terza generazione, la gamma Tuono V4 1100 adotta anche l’evoluto Race ABS, sviluppato in collaborazione con Bosch, per garantire la massima sicurezza su strada, senza nulla togliere alle performance in circuito.

PIU’ PRESTAZIONI DAL V4
Questa volta l’obiettivo di Aprilia era aumentare la coppia ai regimi medio bassi, in modo da accrescere l’efficacia e il gusto di guida su strada. Per raggiungere questo obiettivo i tecnici Aprilia hanno quindi elevato la cilindrata fino a 1077 cc effettivi. In attesa di poterla testare su strada, stando a quanto riporta Aprilia, l’aumento della cubatura ha permesso di ottenere prestazioni massime superiori, tanto che il picco di potenza passa da 170 a 175 cv e pone la gamma Tuono V4 1100 ai vertici della categoria.

Rimangono invariate le altre peculiarità tecniche che hanno reso celebre tale propulsore, come il cambio estraibile, mentre la nuova e più potente centralina di controllo motore permette ora di gestire meglio le tre mappature, a ognuna delle quali corrisponde quindi una diversa erogazione della potenza del motore e ora anche una gestione del freno motore dedicata. Alle due classiche logiche di gestione motore Track e Sport, si aggiunge una mappatura Race, la più estrema e adatta all’utilizzo professionale della moto in circuito, con un controllo del freno motore ridotto al minimo per assecondare le frenate più secche.

VERSIONI, COLORI E PREZZI
Tuono V4 1100 RR è disponibile in due accattivanti colorazioni: grigio Portimao e blu Donington al prezzo di 15.600 euro, mentre la Tuono V4 Factory, dotata di grafica “Superpole”, è in vendita al prezzo di 17.700 euro.