Le perle francesi nello scrigno delle Antille

Le perle francesi nello scrigno delle Antille

Una vacanza nelle Antille Francesi è una esperienza indimenticabile. A parte i grandi vantaggi di viaggiare senza problemi di visti, passaporti e cambio valuta perchè essendo territorio francese la moneta è l’euro, che è davvero una comodità, sono gli scenari da sogno delle Piccole Antille che vi rimarranno impressi a lungo e vi vorranno fa tornare in questi luoghi da sogno, tra spiagge bianchissime, il fresco delle palme e un mare dai colori straordinari.
Il periodo migliore per raggiungere le Antille Francesi è quello compreso tra le vacanze di Natale e il periodo di Pasqua, che coincide con la stagione più secca e ventilata. I mesi successivi che vanno dall’estate all’autunno sono comunque ottimi dal punto di vista delle temperature, con valori massimi superiori ai 32-33 gradi anche se aumentano le psossibilità di isolati rovesci di pioggia, comunque di breve durata, e si entra nella stagione delle tempeste tropicali ed uragani, piuttosto rari ma possibili.
Per arrivarci i voli più convenienti sono quelli provenienti direttamente dalla Francia, solitamente con Air France, Aom, Air Libertè e Corsair. Tempi di volo tra le 8-9 ore a cui dovete aggiungere le due dall’Italia per Parigi. Si può decidere di trascorrere l’intera vacanza sulla stessa isola, oppure cambiare località agevolati dal buon numero di collegamenti.
Partendo da sud, la prima isola che consideriamo in questo breve tour delle Antille Francesi è l’isola di Martinica (Martinique). E’sicuramente una meta completa: qui troviamo organizzazione turistica, belle città, spiagge e coste spettacolari oltre che ad un paesaggio interno ricco di vegetazione lussureggiante, con colline e montagne vulcaniche che aggiungono un fascino supplementare. Da visitare abbiamo le due città principali, Fort de France e St. Pierre, quest’ultima tristemente famosa nel mondo per l’eruzione vulcanica di inizio ‘900 quando fu rasa al suolo dalla forza del vulcano Peleè, ma ora splendidamente ricostruita. La costa orientale è quella che si mantiene più selvaggia, mentre le spiagge migliori si trovano nel sud dell’isola nella zona della Plage des Salines.
Più a nord, oltre l’isola di Dominica, troviamo il gruppo di Guadalupa (La Guadeloupe) in realtà un piccolo arcipelago composto da 3 isole maggiori (Basse Terre, Grande Terre e Marie-Galante) e altri isolotti minori tra cui ricordiamo La Desirade, îles de la Petite Terre e le îles des Saintes. Basse e Grande-Terre sono separate da uno strettissimo canale, e assieme formano una grande isola a forma di farfalla. Hannop caratteristiche morfologiche molto diverse, aspra e selvaggia la Basse-Terre, con vegetazione molto rigogliosa, più piatta ed antropizzata la Grande-Terre con spiagge molto belle specie lungo la sua costa meridionale. Questa varietà di paesaggi la rende molto interessante dal punto di vista turistico.
Nella parte più settentrionale delle Antille Francesi si trovano due gioielli dei Caraibi, Saint Bartèlemy e Saint Martin,  mete ambite del turismo europeo.
Saint Martin è tutt’ora contesa da Francia e Olanda, con quest’ultima che ne controlla ancora una parte, creando così l’isola più piccola del mondo contesa tra due nazioni. La parte francese è quella più settentrionale ed ha come capitale la bella Marigot (Philipsburg è il centro principale della porzione olandese). Anche qui a St. Martin non mancano le spiagge idilliache, come la Orient Beach (Baie Oriental) e le due belle baie di Anse Marcel e La Grande Case situata vicino all’aeroporto dell’isola.
Saint-Barthélémy è sicuramente una meta esclusiva per la vostra vacanza. Situata a sud-est di Saint Martin e a nord-ovest di Saint Eustatius l’isola di Saint-Barthélémy, detta anche più familiarmente Saint-Barth, è costituita da un isola principale a forma di boomerang (con una lunghezza totale di circa 10 km), circondata da isolotti minori disabitati.
E’ un isola dal clima tropicale, quindi caldo tutto l’anno e con temperature in genere comprese tra i 28-32 gradi centigradi di giorno e minime che si attentastano intorno ai 21-23 gradi, ideali per una perfetta vacanza di mare. A livello di precipitazioni i rovesci tropicali si fanno in genere sentire a maggio e lungo il periodo estivo, specie ad agosto e settembre, mentre un clima piacevolmente secco lo si trova in inverno ed inizio a primavera.
Il capoluogo dell’isola è Gustavia e l’arrivo in aereo, è una piacevole sorpresa, La città vi accoglie con le delicate geometrie dei suoi tetti rossi e la splendida baia costellata di bianche imbarcazioni, in uno strano mix di architettura europea piacevolmente inserita in un contesto naturale tipicamente tropicale. Il nome Gustavia deriva da un interregno scandinavo del diciottesimo secolo, quando l’isola fu vendurta dalla Francia alla Svezia che nominà la città in onore di Gustavo III di Svezia, ma poi l’isola tornò alla Francia nel 1878 mantenendo il particolare nome. L’aeroporto di Gustavia si trova a nord del centro e la pista termina in corrispondenza della bella spiaggia di St. Jean Beach.
Gustavia è una città elegante, ricca di negozi esclusivi e di classe, ristoranti di ottima qualità ed è un luogo ideale dove passeggiare alla sera alla ricerca di un po’ di fresca brezza. La vita notturna di Gustavia ruota intorno ad alcuni locali tipici tra i quali sono da ricordare La Select, come pure altri due locali dove spesso viene suonata musica dal vivo, La Plage e Bête à Z’Ailes.
L’isola offre oltre una dozzina di splendide spiagge sabbiose e, considerando le dimensioni ridotte dell’isola, questo è quasi un primato.Tra i quattordici arenili dell’isola, tutti rigorosamente coperti da sabbie bianchissime e cinti da acque turchesi e cristalline, ricordiamo sicuramente Shell Beach, la piccola spiaggia a sud di Gustavia, la bella St. Jean, divisa in due parti da Eden Rock, un promontorio su cui si erge un hotel. Altra spiaggia da sogno, e in genere meno affollata, si trova a sud dell’isola e si chiama Anse des Salines così poco frequentata che spesso accoglie i praticanti del nudo integrale. Una scelta ottima per le famiglie sono invece le due spiagge denominate Cul de Sac, Petit e Grand, che essendo molto raccolte in baie profonde presentano le acque sempre calme e favorevoli ai bagni in sicurezza. Sulla punta nord dell’isola si trovano altre splendide spiagge come l’Anse des Flamands e Anse De Colombier. (ore 11:30)

NO COMMENTS

Leave a Reply