Montréal, 2.625.919 abitanti (dati ufficiali del 2010) è il centro più popoloso della provincia del Québec e il suo più importante polo economico.  E’ anche la seconda agglomerazione urbana del Paese dopo quella di Toronto. In francese viene detta la Métropole e la sua area metropolitana conta circa 4.000.000 abitanti. Il centro storico è la Vieux-Montréal (Vecchia Montreal). Per numero di abitanti, Montréal è la terza città francofona del mondo dopo Parigi (Francia) e Kinshasa (Congo). La città si caratterizza per la sua varietà culturale e linguistica: il francese è la lingua madre di circa il 68,8% dei residenti e costituisce la lingua ufficiale. Sono poi presenti una minoranza di anglofoni (circa il 12,3% della popolazione urbana) e numerose comunità di lingua madre diversa dal francese e dall’inglese (un tempo assimilate maggiormente alla comunità anglofona, oggi sempre più assimilate alla maggioranza francofona). Da notare una forte minoranza italiana di oltre 300.000 abitanti nell’intera area metropolitana, e la presenza di una zona detta Petite Italie. Oggi, infatti Montréal è una delle città più multietniche del Nord-America con più del 30% della popolazione nondiscendente dai primi abitanti francesi.
Montréal è una città dalle mille sfaccettature, fiera dei propri contrasti, un vero crogiuolo di culture che trova riscontro nel variegato mosaico di quartieri e nella varietà dei ristoranti. Il ricco patrimonio architettonico copre quattro secoli di storia, dalla dominazione francese all’epoca contemporanea. Insulare eppure aperta al mondo, Montréal è una città effervescente, sempre pronta a far festa.
Ancora oggi i calessi fanno risuonare i vicoli lastricati della Vieux-Montréal, passando tra le facciate sette e ottocentesche. Pointe-à-Callière, museo di storia e di archeologia, custodisce reperti che risalgono a 350 anni fa e fornisce, assieme al museo Marguerite-Bourgeoys, l’introduzione più completa alla storia della città. Non distante, la neogotica basilica di Notre-Dame abbaglia per la ricchezza dei suoi interni.
La vista sulla città che si gode dal mont Royal è insuperabile. L’altura cittadina è ammantata da uno splendido parco, e su uno dei suoi versanti si erge l’imponente Oratoire Saint-Joseph (oratorio di San Giuseppe), che accoglie pellegrini provenienti dal mondo intero. Anche dalla cima della torre di Montréal il panorama è spettacolare. L’alta costruzione domina il Parco olimpico, realizzato per i Giochi del 1976, il grande stadio e la struttura del Biodôme, al cui interno coabitano animali e piante di quattro diversi ecosistemi. Di fronte al Parco, il Giardino botanico di Montréal è il secondo al mondo per importanza; oltre a esposizioni ricche e varie, ospita i suggestivi giardini cinese e giapponese e un Insectarium.
Cinta dal fiume San Lorenzo, Montréal rappresenta il porto principale lungo la Voie maritime (via marittima), che collega l’Atlantico ai Grandi Laghi. Nello splendido Porto Vecchio (il “Vieux-Port”) fervono le attività; l’attrazione principale è costituita dal Centre des sciences de Montréal, vasto complesso consacrato alla scienza e alla tecnologia. Dal Porto Vecchio partono inoltre le diverse escursioni sul fiume proposte ai visitatori: dove, se non a Montréal, si può partire alla conquista delle rapide e risbarcare poi alle porte del centro città? Sulle due isole in mezzo al fiume il Parc Jean-Drapeau propone attività all’aria aperta per tutta la famiglia e un frequentatissimo parco di divertimenti, La Ronde. Qui ha sede anche il Casino de Montréal.
La vita culturale di Montréal è il frutto del vivace spirito creativo che anima la città. Le locandine dei cinema e delle sale di spettacolo offrono una programmazione varia, mentre nei bar, nei caffè e nelle discoteche della città si fa musica fino alle ore piccole. E, a proposito di piaceri cittadini, Montréal è considerata una delle capitali mondiali dello shopping – approfittatene!
In città si contano una trentina di musei, tra cui il Musée des beaux-arts, il più antico museo d’arte del Canada, il Centre canadien d’architecture, rinomato per la qualità delle sue collezioni e mostre in tema d’architettura, e il Musée d’art contemporain, primo museo d’arte contemporanea in Canada. Quest’ultimo forma un’armoniosa sinergia con il complesso della Place des arts, le cui sale ospitano da quasi quarant’anni tutti i grandi nomi delle arti della scena e sono sede delle grandi compagnie stabili di musica e di danza locali, quali l’Orchestre symphonique, l’Opéra de Montréal e i Grands Ballets Canadiens.
Montréal vanta un’estesa rete di piste ciclabili, 600 km su tutta l’isola. D’inverno, quando nei parchi della città giunge il grande momento del pattinaggio e dello sci di fondo, i freddolosi se ne stanno ben riparati nella “città sotto la città”, una rete interna di oltre 30 km che, grazie a un servizio di metropolitana impeccabile ed efficiente, collega uffici, abitazioni, centri commerciali, alberghi, cinema e ristoranti.
Vicina a Montréal, e a essa accomunata dall’insularità, Laval è famosa tanto per i suoi spazi verdi, quali il Parc de la Rivière-des-Mille-Îles, e gli scorci campestri quanto per i grandi centri commerciali.
A Montréal l’estate segna il culmine della programmazione annuale di feste ed eventi. Con l’arrivo delle prime belle giornate si susseguono le grandi manifestazioni culturali e sportive: l’International des feux Loto-Québec, eccezionale concorso d’arte pirotecnica; il Gran Premio del Canada di Formula 1; il Festival international de jazz, che attira oltre un milione di appassionati di questo genere musicale; le Francofolies e il Festival Juste pour rire, kermesse rispettivamente di musica e di teatro umoristico di grande richiamo. (ore 09:00)