Roma – Renault partecipa in qualità di partner alla 25° edizione del Treno Verde promosso da Legambiente, uno speciale viaggio itinerante per l’Italia che, durante le soste presso le stazioni centrali di 8 città (Bari, Reggio Calabria, Salerno, Roma, Firenze, Bologna, Milano e Torino), si trasforma in uno spazio espositivo aperto ai cittadini, alle scuole e alle istituzioni locali, accompagnandoli, carrozza dopo carrozza, alla scoperta del tema delle Smart Cities: energia pulita, architettura sostenibile, stili di vita virtuosi, verde urbano e mobilità sostenibile.
Forte di un grande impegno per lo sviluppo di una mobilità più eco-compatibile, all’interno della carrozza dedicata alla mobilità, Renault mette le sue competenze al servizio di un approfondimento sui veicoli elettrici.
Renault Twizy sarà fra i protagonisti del “Trofeo Tartaruga”, una gara in ambito urbano fra diversi mezzi di trasporto individuali e collettivi che si disputerà in ogni tappa della manifestazione, con l’obiettivo di confrontarne i tempi di percorrenza, il costo economico e l’effetto sull’inquinamento atmosferico.
In Italia, tutte le grandi città hanno superato nel 2012 la soglia di 35 giornate stabilite dall’Unione Europea e dalla legge nazionale come limite massimo al superamento delle emissioni di polveri sottili. Il quadro non è meno preoccupante se si considera il rumore, un nemico che, secondo uno studio del ministero dell’ambiente olandese, tocca il 40% della popolazione europea e che costa ogni anno 326 miliardi di euro ai sistemi sanitari europei.
I veicoli elettrici, in virtù delle loro zero emissioni inquinanti e zero emissioni acustiche, rappresentano l’emblema di un modo alternativo di concepire il trasporto, in modo moderno ed eco-compatibile.
Uno studio realizzato da Renault, e che ha preso a riferimento la città di Roma, ha dimostrato che in uno scenario in cui i veicoli elettrici nel 2020 rappresentassero il 25% circa di quelli circolanti nella ZTL e il 9% circa dei veicoli circolanti nelle altre zone della città, anche grazie a politiche pubbliche in grado di ridurre il volume di traffico veicolare privato, sarebbero constatabili i seguenti effetti sulla qualità dell’aria di Roma: fino a -30% delle emissionidi CO e benzene, fino a -14% delle emissioni di NO, NO2 e PM10, riduzione del contributo del traffico veicolare alle emissioni globali del 5%, riduzione quasi del 70% degli abitanti esposti a concentrazioni di benzene sopra 4μg/m3, e cioè prossimi a valori di esposizione potenzialmente dannosi per la salute.
I veicoli elettrici rappresentano oggi una tecnologia ormai matura per integrarsi fra le possibili opzioni a disposizione dei decisori pubblici e del mercato per un muoversi più sostenibile ed economicamente conveniente. L’autonomia, in molti casi superiore ai 150 km, si dimostra in grado di soddisfare l’uso urbano dei veicoli, che nel 90% dei casi vede una percorrenza giornaliera al di sotto dei 60 km.
<<La collaborazione con Legambiente nell’ambito dell’iniziativa Treno Verde 2013 – ha commentato Francesco Fontana Giusti, direttore comunicazione di Renault Italia – fornisce a Renault l’opportunità di sottolineare l’esigenza di mettere in atto una svolta della mobilità in un’ottica più sostenibile, nel rispetto dell’ambiente, delle città e delle persone. I veicoli elettrici possono rappresentare già adesso una soluzione efficace e senza impatti sull’ambiente, come dimostrano le esperienze di modelli di mobilità a zero emissioni che Renault ha sviluppato con i propri veicoli elettrici in Italia e all’estero: dalla mobilità privata e aziendale, ai sistemi di car-sharing elettrico, alla consegna ecologica delle merci nell’ultimo miglio>>.

TAPPE TRENO VERDE 2013
 
Bari Centrale (Binario I Ovest) – 8, 9, 10, 11 marzo
Reggio Calabria (Binario I) – 13, 14, 15 marzo
Salerno Centrale (Binario III tronco) – 17, 18, 19, 20 marzo
Roma Termini (Binario I) – 21, 22, 23 marzo
Firenze Campo di Marte (Binario IX) – 24, 25, 26, 27 marzo
Bologna Centrale (Binario VI Ovest) – 3, 4, 5 aprile
Milano P. Garibaldi (Binario I tronco) – 6, 7, 8, 9 aprile
Torino Porta Nuova (Binario I) – 10,11, 12 aprile