La Baviera è la più grande e visitata regione della Germania, nonché la più conosciuta dagli italiani. Oltre 12 milioni di abitanti, ricca di foreste, montagne e laghi, di storia e arte, una regione che incanta e sorprende. Come definirla? Regione delle favole e dei castelli? Patria della BMW? Regno della birra?
Una regione, insomma, dai mille volti, fiera del suo passato ma rivolta a grandi passi verso il futuro.
Il luogo più famoso del posto è senza dubbio Monaco che già dalla prima fermata del metrò, Marienplatz detta il “salotto” di Monaco, si presenta in tutto il suo splendore.
Qui la facciata del municipio neogotico, sulla cui torre il famoso carillon suona ogni giorno alle 11:00, 12:00 e nei mesi estivi anche alle 17:00, tiene con il naso all’insù i numerosi turisti che vi si recano in ogni stagione dell’anno. Nelle vicinanze del municipio si trova il Viktualienmarkt, la piazza del mercato, piena di bancarelle e negozietti che vendono ogni tipo di specialità gastronomica e dove si può mangiare sedendosi ai tavoli sparsi per tutto il mercato. La vasta zona pedonale del centro storico è ricca di grandi magazzini e bei negozi ne là vicino si trova la bella chiesa Frauenkirche che rappresenta l’emblema inconfondibile di Monaco.
Se disponete di un’auto non lasciatevi sfuggire l’occasione di visitare il castello di Nymphenburg, situato in una zona periferica di Monaco, dimora barocca un tempo residenza estiva e tenuta di caccia dei re bavaresi, oltre che luogo di nascita di Ludwig II. Molto suggestivi gli specchi d’acqua antistanti il castello, popolati da cigni e anatre. Le sale interne al castello sono molto belle e si possono visitare liberamente anche senza guida, mentre all’esterno l’edificio è circondato da un fantastico parco, pieno di corsi d’acqua, aiuole fiorite, prati e boschi. I quattro padiglioni nascosti all’interno del parco (Amalienburg, Pagodenburg, Badenburg e Magdalenklause, usati in origine per incontri segreti o d’amore) sono molto particolari e meritano sicuramente di essere visti, godendosi negli spostamenti per raggiungerli, una bellissima passeggiata nell’immenso parco circondati dal cinguettio degli uccellini.
Fra gli innumerevoli musei, da visitare per la sua originalità è il Marstallmuseum, che ospita una ricca collezione di antiche carrozze e slitte reali (fiabesche quelle appartenute a Ludwig II) mentre se non si è appassionati del genere, il museo delle porcellane appare più noioso, pur vantando un gran numero di pezzi preziosi dell’antica manifattura. Ovviamente abbiamo scelto proprio il primo mese d’autunno per parlarvi della Baviera e di Monaco in particolare perché è proprio in Ottobre che qui si svolge l’ormai famosissimo October Fest, che richiama ogni anno in poco più di due settimane circa 6 milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo.
Una festa oramai globale ma che trae le sue origini dal più puro spirito bavarese. Di questo ve ne accorgete oltre che dal cibo e dalla birra dal fatto che insieme a festaioli spagnoli, italiani, giapponesi, americani ecc. troverete le famigliole bavaresi in costume tipico, le orchestrine ad intonare le tradizionali melodie folk della regione. Per non dimenticare la marea di stand dei produttori di birra della città, le carrozze decorate, i carri dei birrai tirati da file di cavalli o buoi anch’essi in “abito” tipico.
Attenzione alle prenotazioni. Purtroppo è consigliabile ricorrere ad una formula hotel+posto riservato nei tendoni. Se non prenotate parecchio prima è davvero difficile trovare un alloggio a prezzo decente; per quanto riguarda gli stand molti posti a sedere sono prenotati in anticipo: questa formula perciò vi evita di fare code chilometriche agli ingressi e vi garantisce la possibilità sicura di sedervi.
La Baviera è nota soprattutto per avere ospitato la principessa Sissi ed è un luogo intriso di storia e leggende.
Per chi potesse recarvisi in Agosto, suggeriamo una capatina nella città di Furth im Wald, situata a 80 km