La carovana del Circus sbarca nel principato di Monaco e noi da bravi appassionati di Formula 1 ci prepariamo a seguire i nostri beniamini e come sempre proponiamo anche delle valide alternative vacanziere anche a chi la F1 la “subisce” e non la ama (è mai possibile?).
Una delle città più note e modaiole della Costa Azzurra è senza tema di smentita Cannes, ed è là dove il nostro tour virtuale si dirigerà. Questa bella città della Francia sud  orientale di circa 75.000 abitanti, sulla Costa Azzurra, si trova nel dipartimento francesce Alpi Marittime e nella regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra. Dista circa 31 km da Nizza, 48 da Monaco e 57 dalla frontiera italiana. Questo comune si estende sulla costa azzurra per quasi 9 km e ha alle spalle le Alpi Marittime. È famosa per il suo boulevard, la Croisette, ma la fama mondiale le viene dal suo lusso e dal festival internazionale del cinema che si tiene dal 1946. Cannes è perennemente affollata dai rampolli dell’alta società internazionale e dagli amanti dello shopping.
Nella parte ovest della città si trovano il comune di Le Cannet e il quartiere La Bocca. Davanti alla città di Cannes sorgono le isole di Lérins: l’Isola di Saint Honorat e di Sainte Margherite, coperta di pini ed eucalipti, la cui fama è legata all’enigmatico uomo dalla maschera di ferro immortalato da Alexandre Dumas nel suo romanzo Le Viscomte de Bragelonne. Questa piccola isola è attraversata da sentieri e piste mentre le sue spiagge sono notevolmente meno affollate di quelle della terraferma. Ancora più piccola è île Saint Honorat, un tempo sito di un celebre e potente monastero fondato nel V secolo e attualmente abitata dai monaci cistercensi. Entrambe le isole sono raggiungibili con un traghetto.
La fortuna di Cannes nacque nel 1834 quando l’ex cancelliere Britannico Lord Brougham si stava dirigendo verso l’Italia quando gli fu impedito di entrare a Nizza  in quello che allora era il Regno di Sardegna per un’epidemia di colera scoppiata in Provenza.
Obbligato a tornare indietro, si fermò una notte a Cannes, che era solo un piccolo villaggio di pescatori. Sorpreso e incantato da quei luoghi, vi torno ogni inverno, favorendo una modo tra l’aristocrazia inglese che fece si che Cannes diventasse quella che è oggi. La parte vecchia di Cannes che corrisponde al quartiere Le Suquet conserva ancora alcuni resti delle antiche mura, nonché la cattedrale costruita tra il XVI e il XVII secolo, Notre Dame de l’Esperance,  in stile gotico provenzale. La vicina capella di Ste Anne è più antica essendo del XII secolo. E’ presente inoltre in questo stesso quartiere una torre dell’orologio risalente all’XI-XIV secolo, e il castello, oggi sede di un museo che ospita una collezione privata. Da qui si può ammirare un bel panorama della città e del mare.
Dato il clima solitamente mite di Cannes, anche in questa stagione vi sarà quasi certamente possibile trascorrere una giornata stesi al sole provenzale. Vi consigliamo la spiaggia di Theoule sur mer, meno affollata, con palme ed acqua più pulita.