Roma – Il presidente di Confturismo-Confcommercio, Giorgio Bocca, a conclusione della Conferenza Internazionale sul turismo intitolata: “Destinazione Italia 2020” (realizzata con il supporto tecnico-scientifico della prestigiosa Fondazione Rosselli), svoltasi il 30 e 31 Gennaio a Torino al Centro Congressi “Torino Incontra”, ha rivelato che l’Italia resta il <<Paese più cliccato al mondo nelle ricerche su Internet, grazie alla varietà di prodotto che è in grado di offrire. Ma – ha aggiunto – dobbiamo fare di più per far sì che una volta aperta la pagina Italia, il potenziale turista-cliente internauta possa finalizzare la sua ricerca rimanendo “catturato” dal nostro sistema. E questo si ottiene potenziando in maniera mirata sia la promozione sia la commercializzazione dell’Italia turistica nel mondo>>.
Per contro, in base ai risultati della classifica stilata da lastminute.com Italia, sito per prenotare viaggi e idee per il tempo libero, è risultato che i nostri connazionali in barba all’amor di patria, preferiscono “emigrare” per le loro vacanze.
La meta preferita dagli italiani a Natale e Capodanno 2008 è stata, infatti, Londra, seguita da New York e Parigi. Tra le prime cinque Barcellona con preferenze in crescita rispetto al 2007.
Per quanti hanno, invece, preferito di restare in Italia, la meta scelta è stata Roma (+57% rispetto allo scorso anno), Firenze (+19%), Venezia (+30%), Napoli (+25%) e Palermo (+20%). <<Tra le rotte italiane – ha detto Daniela Viero, Marketing director di lastminute.com Italia – i nostri connazionali hanno preferito le città d’arte, scelte per trascorrere l’arrivo del nuovo anno all’insegna della cultura e del divertimento. All’estero si sono confermate le destinazioni classiche: il trend di prenotazioni per le capitali d’Europa – continua – si è mantenuto molto alto. New York e Londra sono state sicuramente avvantaggiate dal cambio favorevole dell’euro nei confronti di dollaro e sterlina>>. (ore 10:30)