K 1600 GT
Bmw Motorrad perfeziona nuovamente la propria moto da turismo con motore sei cilindri dai dati prestazionali invariati, design più sofisticato e confortevole, configurata per le alte prestazioni osservando le norme antinquinamento Euro 4.

Con una potenza di 160 cv e una coppia di 175 Nm, la nuova K 1600 GT grazie alle sospensioni a regolazione elettronica Dynamic ESA e alle modalità “Road” e “Dynamic” aumenta sensibilmente l’esperienza di guida e il comfort rispetto al modello precedente.

Nell’impostazione standard “Road” l’adattamento delle sospensioni è completamente automatizzato, offrendo così il massimo comfort e la migliore trazione su quasi tutti i fondi stradali. Selezionando l’impostazione “Dynamic”, invece, si ottiene una taratura delle sospensioni generalmente più rigida.

Grazie al nuovo sistema di retromarcia la nuova K 1600 GT diventa anche più semplice da manovrare. Il sistema è attivabile premendo semplicemente un pulsante sul comando sterzo sinistro e l’avanzamento lo esegue il guidatore stesso premendo il pulsante del motorino di avviamento.

Il tachimetro e il contagiri della nuova K 1600 GT sono ora dotati di quadranti nuovi, con il tachimetro abbellito dalla grande scritta K 1600 GT. Il cambio elettro assistito Pro, un optional, permette di salire di marcia o di scalarla senza dover attivare la frizione, così da offrire non solo maggiore comfort ma anche più dinamismo. Il sistema di eCall “Chiamata di emergenza intelligente“, anche questo un optional, mette invece a disposizione un soccorso veloce in situazioni di emergenza o di pericolo.

S 1000 RR, S 1000 R, S 1000 XR
Carattere sportivo, massimo livello di sicurezza e ottima versatilità. Questo caratterizza i modelli a quattro cilindri di Bmw Motorrad che per il model year 2017 sono stati sottoposti a una rivisitazione. La nuova S 1000 RR soddisfa ora la norma Euro 4 e si dota dell’ABS Pro come elemento nuovo dell’optional “Modalità di guida Pro”. Di serie viene offerta con cover per la sella del passeggero, in alternativa è disponibile come optional gratuito il pacchetto passeggero. Nuova la variante cromatica granitgrau metallizzato/blackstrom metallizzato.

La nuova S 1000 R, invece, vede un aumento della potenza a 165 cv (prima era 160 cv) e un alleggerimento della massa di 2 kg, per un peso a vuoto di 205 kg. I terminali di scarico in titanio HP di serie promettono una sonorità impressionante e danno un look sportivo, mentre il manubrio con isolamento delle vibrazioni è pensato per offrire più comfort. Tra i nuovi optional ci sono il cambio elettro assistito HP Pro per salite e scalate di 
marcia veloci senza attivazione della frizione, leggere ruote fucinate HP, ruote Design Option con linea rossa dei cerchioni.

Anche la nuova S 1000 XR vede salire la potenza a 165 cv a 11.000 g/min. Oltre all’ottimizzazione dell’isolamento delle vibrazioni per un maggiore comfort, la nuova versione aumenta il peso totale ammesso da 434 a 444 kg, con un conseguente anche aumento anche del carico di 10 kg.

R nineT RACER E R nineT PURE
Per molti appassionati di due ruote “meno è meglio”. Introducendo la R nineT, Bmw ha considerato questo trend già nel 2013 e da allora ha riscosso successi continui. Un ottimo motivo per lanciare nel 2015 la R nineT Scrambler e presentare adesso le R nine T Racer e R nineT Pure, due moto che completano il mondo heritage di
 Bmw Motorrad in due nuove varianti: il modello roadster ridotto all’essenziale e la classica moto sportiva con carenatura parziale.

In entrambi i nuovi modelli è stato montato il potente motore Boxer con raffreddamento aria/olio dalla cilindrata di 1.170 cc e potenza di 110 cv abbinato al cambio a sei rapporti. A livello di ciclistica, le R nineT Racer e R nineT Pure si affidano al telaio modulare a doppia trave derivato dalla R nineT Scrambler composto dai tre elementi telaio anteriore, telaio posteriore e telaietto del passeggero smontabile.

La sospensione della ruota anteriore è stata affidata alla classica forcella telescopica, mentre la sospensione posteriore è un BMW Paralever che funziona in combinazione con un ammortizzatore centrale. Le ruote fucinate in lega a cinque raggi dalle misure anteriore 3,5 x 17” e posteriore 5,5 x 17” montano davanti un pneumatico 120/70 ZR 17 e dietro 180/55 ZR 17. Per evitare lo slittamento della ruota posteriore quando il fondo stradale è scivoloso c’è l’optional ASC (Automatic Stability Control).