Con il patrocinio del Museo Nazionale del Cinema è partita lo scorso 14 dicembre da Torino la nuova avventura di Davide Bortot e Francesca Truzzi alla volta dell’Africa con il Cinéma du Désert. Uno di quei progetti che prendo l’anima, voluto e sviluppato dai soci della sede trentina della ONG Bambini nel Deserto ONLUS che usa il cinema come strumento di comunicazione, come medium sociale per trasmettere emozioni e cultura.

Il progetto Cinéma du Désert viaggia con il patrocinio del Museo Nazionale del Cinema di Torino e conta fra i sostenitori anche la Fondazione Motul Corazón e come spiega Luca Iotti, presidente di Bambini nel Deserto, “nato nel 2009, in questi anni ha attraversato Europa, Asia e Africa per portare il sorriso ai bambini e far riflettere gli adulti”.

“Il cinema è uno strumento fantastico e molto potente per riuscire a comunicare oltre i confini culturali, fisici e geografici”.

Ambasciatrice d’eccezione è la giovane attrice Matilda de Angelis, conosciuta per il ruolo di Giulia De Martino nel film Veloce come il Vento di Matteo Rovere, molto sensibile alle attività del Cinéma du Désert e alle finalità sociali ed educative.

Il camion utilizzato per il viaggio è un Magirus – Deutz 4×4 del 1976, acquistato in Germania e attrezzato a cinema itinerante oltre che a vera e propria casa viaggiante.

114413365-c8fe7920-21a2-46f9-86bc-54266600127d

Dopo la partenza da Torino, Davide e Francesca imbarcandosi da Genova raggiungeranno la costa africana per poi proseguire attraverso il Marocco verso la Mauritania, il Mali, le aree rurali dell’Africa sahariana e sub-sahariana, terminando il loro viaggio in Burkina Faso dove si svilupperanno le attività di sensibilizzazione su un argomento attuale tanto in Africa quanto in Europa: le migrazioni umane.

Qui il Cinéma du Désert entrerà nel vivo con una serie di proiezioni che hanno come obiettivo quello di raccontare attraverso i film cosa significa realmente lasciare il proprio Paese verso un nord del mondo sempre più lontano e chiuso.

Un cinema itinerante ideato e creato da Davide e Francesca nel 2009 che in sette anni ha macinato più di 90.000 km toccando Africa, Asia, ed Europa per portare un messaggio di solidarietà ma anche di tutela ambientale, visto che il cinema-giramondo funziona a energia solare.

125610346-cae1172d-f6db-4b54-b112-b524e27dbacf

SHARE
Melina Famà
Siciliana doc e amante di scarpe, borse e buon cibo. Laureata in Linguaggi dei Media all'Università Cattolica di Milano, si avvicina al mondo dei motori grazie al fidanzato, che la istruisce quasi come un maschiaccio. Gattara nell'animo, è admin di @igers_messina.