Presentati oggi a Roma i risultati del progetto “Vacanze Sicure” di Assogomma e Polizia Stradale, che dal 2003 fornisce una panoramica sullo stato delle gomme in circolazione sulle nostre strade. Il dato che emerge è chiaro: gli italiani circolano con gomme sempre più lisce.

Dall’ultimo controllo effettuato a quello di quest’anno, infatti, sono più che raddoppiate le gomme lisce in circolazione e la situazione è ancora più grave per i mezzi per il trasporto leggero. Se nei controlli degli anni precedenti la percentuale di gomme lisce si aggirava intorno al 2,5-3%, infatti, oggi è di quasi il 7% per le autovetture e dell’8,5% per il trasporto leggero.

Oltre ad avere gomme fin troppo usurate, il 6% delle vetture controllate aveva pneumatici non omogenei – cioè pneumatici diversi sullo stesso asse per marca e/o modello oppure di diverso tipo (estivo e invernale) sui due assi – con un picco del 15% per i mezzi destinati al trasporto leggero. L’anno scorso le auto che presentavano questa non conformità erano il 3,4%.

Costante o in leggero calo, invece, il numero dei veicoli controllati che nonostante il periodo ormai estivo montava ancora pneumatici invernali: una quantità pari a circa il 12% e il 14% rispettivamente delle vetture e dei mezzi per il trasporto leggero controllati.

Tirando le somme, il dato complessivo delle non conformità sui pneumatici si è riscontato nel 16% delle vetture e addirittura in quasi il 28% dei furgoni/van controllati. Percentuali che salgono rispettivamente al 20,3% e al 32,4% se si considerano anche i mezzi non revisionati.

Conclusione: 1 su 5 le vetture e 1 su 3 i mezzi di trasporto non in regola.

“L’attività di controllo deve viaggiare di pari passo con la consapevolezza da parte degli utenti che il corretto equipaggiamento del veicolo è condizione primaria per affrontare un viaggio in sicurezza”, Giuseppe Bisogno, direttore del Servizio Polizia Stradale.

I controlli realizzati tra il 15 maggio e il 20 giugno sono stati complessivamente quasi 12.000, il più ampio lavoro mai svolto dalle pattuglie della Stradale nei 13 anni di attività del progetto “Vacanze Sicure”. Le Regioni coinvolte, quest’anno, sono state Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Veneto, Toscana e Sicilia occidentale. Le Province “indagate” 42 su 110 (il 38%).

Le autovetture sottoposte a controllo sono state 10.085, a seguire 1.481 mezzi di trasporto leggero (merci e persone) e i restanti controlli su caravan (roulotte) e carrelli appendice.