La tredicesima edizione di Vacanze Sicure, l’iniziativa congiunta di Polizia Stradale e Assogomma per verificare lo stato degli pneumatici delle nostre auto, quest’anno prevede circa 10.000 controlli su strada tra Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Toscana, Veneto e Sicilia.

Le otto regioni saranno oggetto dei controlli tra il 15 maggio e il 20 giugno.

A rotazione ormai da tredici anni, gli agenti della Polizia Stradale dedicano alcune giornate al controllo specifico delle gomme e alla sensibilizzazione degli automobilisti sull’importanza delle stesse ai fini della sicurezza.

I mezzi controllati non saranno solo le auto ma anche i veicoli per il trasporto leggero fino a 35 quintali, i caravan (roulotte) e i carrelli appendice, che spesso presentano criticità come il sovraccarico.

Con un parco auto sempre più vecchio (il 50% ha più di 10 anni) e con incidenti stradali in aumento (fonte Aci), la manutenzione dell’auto è fondamentale per la sicurezza stradale. Dal 2003 sono stati effettuati dalla Polizia Stradale oltre 130.000 controlli sui pneumatici e i risultati hanno evidenziato una non conformità complessivamente pari al 15%, percentuale che supera il 20% se si considera anche la mancanza della revisione del veicolo.

IMG_8566

A partire da gomme non omologate, pneumatici lisci o danneggiati, oggi un fenomeno nuovo è quello del pneumatico riscolpito. Si tratta di una pratica che in Italia “è vietata per le vetture e potenzialmente pericolosa”, ricorda il direttore di Assogomma, Fabio Bertolotti.

Il progetto Vacanze Sicure è anche l’occasione per ricordare calzare la nostra auto con la giusta scarpa. A breve le temperature saliranno fino ad arrivare al grande caldo estivo, condizioni che richiedono gomme estive per viaggiare nel modo più sicuro possibile.

Un pneumatico estivo, infatti, offre spazi di frenata più ridotti (oltre il 20% in meno) quando fa caldo e soprattutto quando l’asfalto è asciutto. Inoltre, dal 16 maggio e fino al 14 ottobre non è più consentita la circolazione con pneumatici M+S con codici di velocità inferiori a quelli riportati in carta di circolazione.