Che negli ultimi anni le vendite di Jeep si siano più che riprese è ormai un dato di fatto evidente. Lo dimostrano i numeri del 2015: vendite globali per oltre 1,2 milioni di unità, il livello più alto mai raggiunto nella sua storia di 75 anni, stabilendo un record per il quarto anno consecutivo. Le vendite di 1.237.583 veicoli crescono del 22% rispetto al precedente record del 2014 di 1.017.019 veicoli.

“Il 2015 ha segnato il sesto anno consecutivo di vendite Jeep in crescita a livello globale. Dal momento in cui abbiamo introdotto la Renegade, apprezzata in tutto il mondo, siamo particolarmente soddisfatti che molti dei modelli Jeep abbiano registrato le vendite migliori di sempre, sia a livello globale che negli Stati Uniti”, Mike Manley, Head of Jeep, FCA Global.

Nel 2015 Jeep ha potuto inaugurare un nuovo stabilimento di produzione in Brasile ed è tornata a produrre anche in Cina, dopo un’assenza di quasi dieci anni, rendendosi così un marchio ancora più globale. Nell’anno in corso, anno del 75° anniversario, Jeep può così gongolare per gli ottimi risultati ottenuti pressoché ovunque. Le vendite nel 2015 sono infatti cresciute del 56% in Europa, Medio Oriente e Africa e addirittura del 135% in America Latina.

Dicembre è stato il mese che ha registrato le vendite più alte di sempre, sia a livello globale (127.879 unità) sia negli Stati Uniti (89.654 unità). Le vendite Jeep sono state trainate a livello globale da Cherokee (295.081 unità), Grand Cherokee (277.236), Wrangler (255.283), Renegade (158.351), Patriot (143.003) e Compass (108.626 a livello globale).

Il trend di crescita degli ultimi cinque anni rafforza i numeri attuali: un aumento del 39% a livello globale nel 2014, 4% nel 2013, 19% nel 2012, 41% nel 2011 e 24% nel 2010.