New York – Dal cuore di New York City, il bike-maker giapponese Keinosuke “Keino” Sasaki ha svelato il prossimo progetto: “Rhapsody in Blue”, una concept bike derivata da Yamaha XJR1300. L’incredibile XJR Rhapsody in Blue è una special che vuole rappresentare una fonte d’ispirazione per i prossimi modelli della gamma Sport Classic. La collaborazione tra Yamaha e Keino è solo uno dei molti progetti, appena conclusi o ancora in corso, avviati con i più talentuosi preparatori del mondo, come Wrenchmonkees, Deus Ex Machina, Marcus Walz e Roland Sands.
Il lavoro di Keino su XJR è davvero affascinante e la sua abilità emerge dagli elementi fatti a mano, come il codone e il serbatoio più basso e più snello, con un tappo carburante esclusivo. Marchio di fabbrica di Keino, la sospensione anteriore springerè una soluzione decisamente insolita per una moto di oggiAggiungi un appuntamento per oggi.
Ma gli interventi sono numerosi: dai supporti personalizzati per i freni al nuovo faro anteriore, fino al manubrio custom. Il modello presenta anche freni Brembo evoluti, filtri dell’aria a vista, monosella montata sul telaietto e codone ridisegnato, per esaltare il carattere sportivo della moto. L’ammortizzatore posteriore è speciale, ed è l’ideale complemento della forcella springer. I più attenti appassionati di auto d’epoca noteranno che il faro posteriore è un pezzo originale, “rubato” a una MG, un mito della 4 ruote sportive.
La verniciatura si ispira a una bellissima tonalità di blu vintage Yamaha e i cerchi sono dorati. Completano il quadro lo scarico laterale e la marmitta, ovviamente custom.
La passione di Keino per XJR nasce negli anni novanta ed è stata alimentata dalle prestazioni del motore, il robusto quattro-cilindri in linea raffreddato ad aria. Il design muscoloso e ridotto all’osso si è rivelato un punto di partenza perfetto per Rhapsody in Blue.
L’incontro tra il bike maker di New York e il progetto di una nuova custom bike Yamaha era scritto nel destino. Sin da bambino, tutte le moto che hanno acceso la sua immaginazione erano Yamaha. Nato e cresciuto a Fukuoka, la prima moto di cui ha memoria è la Yamaha XS650 di suo padre.
I suoi primi disegni di modelli custom hanno come soggetto proprio questa moto, che aveva sella e manubrio riposizionati per consentire al piccolo Keino di sedersi e di raggiungere i comandi! All’età di 11 anni ebbe in regalo la prima Yamaha davvero sua, una 125cc da cross.
Dopo un periodo di apprendistato con Indian Larry e Paul Cox in American Dream Machine, un negozio di custom con sede a Manhattan, Gasoline Alley e infine Indian Legacy, Keino si è messo in proprio per fondare Keino Cycles a Brooklyn.