Yamaha XSR700 Model Year 2016, la Sport Heritage “faster sons”

La prima moto tre diapason della sua categoria Sport Heritage con stile e suggestioni vintage, in omaggio alla carismatica XS650 degli Anni ’70, uniti alla tecnologia più evoluta.

nuova-yamaha-xsr700-my-2016-2016_yam_xs700_eu_dgnm3_sta_004_03

Lo stile e il design delle icone Yamaha del passato, spingendo sempre più in là i confini della tecnologia motociclistica per creare moto straordinarie. Yamaha ha chiamato questa filosofia “Faster Sons” e ne ha dato una prova concreta con la collaborazione con il leggendario bike maker giapponese che lavora a Los Angeles, Shinya Kimura, che ha dato vita alla concept bike “Faster Son”.

Sulla base di questa prestigiosa collaborazione, Yamaha presenta adesso la prima moto di serie che vive e respira lo spirito Faster Sons. È la XSR700 Model Year 2016, che sarà disponibile a partire da novembre 2015, ultima arrivata nella gamma Sport Heritage con stile neo-retrò omaggio alla carismatica Yamaha XS650 degli Anni ’70.

Il suo stile nasconde componenti di qualità che ne esaltano il look. Il pilota assapora ad esempio sensazioni vintage, con la sella “two tone” montata su un telaietto posteriore facilmente “smontaibile”, mentre il serbatoio retrò, con gusci laterali in alluminio, ricorda al pilota che è seduto su una “Faster Sons”.

nuova-yamaha-xsr700-my-2016-2016_yam_xs700_eu_dgnm3_sta_005_03

La nuova XSR700, che in assetto di marcia pesa solo 186 kg, è il primo esemplare di una nuova specie di moto, una entry level che aggiunge un tocco di stile alla guida di tutti i piloti. E non si tratta solo di una questione di estetica.

Il cuore pulsante della XSR700 è l’evoluto bicilindrico frontemarcia Yamaha da 689 cc. Costruito secondo la filosofia “crossplane”, è un motore che eroga una coppia lineare, e gli scoppi irregolari e la fasatura a 270° assicurano le accelerazioni. Ma non è ovviamente una potenza senza controllo: XSR700 ha un telaio compatto e leggero, forcellone corto da 530 mm e Abs di serie.

La tecnologia di oggi che rivitalizza lo stile di ieri continua con i cerchi in alluminio a 10 razze e i doppi freni anteriori a margherita da 282 mm con pinze a 4 pistoncini.