Arrivabene: Lo stesso problema di Barcellona. Raikkonen: Il podio mi chiama

Il team principal della Ferrari: "Dobbiamo darci una mossa. Per la gara rimango fiducioso". Iceman: "Volevo essere davanti alla Mercedes. Voglio essere davanti alle Mercedes". Sebastian Vettel: "Anche se avessi superato la Q1 non sarai potuto andare più avanti nelle qualifiche". Lewis Hamilton: "Tutto è andato in modo fantastico". Nico Rosberg: "Mi è mancato qualcosa. La vittoria rimane il mio obiettivo".

KIMI RAIKKONEN 2Sarà. La cura vitaminica alla power unit Ferrari è servita? No, anzi sì. No per quanto riguarda Vettel, sì nel caso di Raikkonen.

“Si è trattato dello stesso problema elettronico che abbiamo avuto anche a Barcellona. Pensavamo di averlo risolto e invece si è verificato ancora. Dobbiamo darci una mossa. Sulla gara rimango fiducioso. Domani è un altro giorno e speriamo di fare bene”, Maurizio Arrivabene team principal Ferrari.

Iceman ha fatto Iceman. Nervi saldi e testa bassa per fare il massimo, il terzo posto, e respingere gli assalti di Williams e Lotus, entrambi motorizzate Mercedes. Missione compiuta.

“Partire dalla seconda fila dal lato pulita della pista può essere un vantaggio che spero di potere sfruttare al meglio. Oggi abbiamo fatto quel che potevamo e dovevamo. Rimaniamo secondi alla Mercedes cge sul giro secco sono imbattibili. Ma ci avviciniamo sempre di più. Domani vedremo. Bisogna evitare la bagarre iniziale per rovinarsi il week end. Il weekend fino ad ora è andato abbastanza bene. Non potevo fare meglio in queste condizioni. Mi dispiace per il team per i problemi di Vettel. Dobbiamo migliorare in gara e fare una buona partenza. Volevo essere davanti alle Mercedes”, Kimi Raikkonen.

Problemi elettronici. Quindicesimo sulla griglia di partenza. Buon viso a cattivo gioco.

“Non riuscivamo ad avere la piena potenza. Ma anche se avessi passato la Q1 non sarei andato molto in là nelle qualifiche. Non siamo riusciti a risolvere il problema. Spero che per domani riusciremo a sistemare tutto. Sono fiducioso e spero di fare una buona gara”, Sebastian Vettel.

Vendetta, tremenda vendetta. Vendetta parte prima. Pole position.

“E’ davvero speciale per me. E’ andato tutto in modo fantastico anche se non è stata una giornata delle più semplici. Le ultime libere sono state molto difficili, non sono riuscito a fare neanche un giro completo un po’ anche per colpa mia. Sono arrivato in qualifica con molte domande sull’assetto, ma ho vinto il mio primo GP qui nel 2007 ed è stato incredibilmente speciale. Tornare qui e conquistare questa pole è davvero molto speciale per me, quindi ancora una volta un lavoro fantastico da parte del team che ha ritrovato umiltà, ha ritrovato le forze per aiutarmi a battere Nico qui”, Lewis Hamilton.

Sconfitto in qualifica ma non domo. Domani sarà battaglia totale. Già in partenza anche se dietro ci sono due che mettono paura in avvio.

“E’ mancato qualcosa. In alcuni settori ero più veloce, in altri no. Tre decimi però sono troppi. Comunque siamo in prima fila e speriamo in una buona gara. Per me la vittoria rimane l’obiettivo principale. Dovrò fare una buona partenza soprattutto per tenere a bada Raikkonen e Bottas che in avvio sono micidiali”.