Presentato il campionato italiano TCR, che quest’anno accanto a Honda, Seat e Subaru già in pista lo scorso anno vede il debutto di Alfa Romeo (con Romei Ferraris), Audi e Volkswagen. “Il progetto TCR ora si è sviluppato in campionati nazionali e regionali – ha dichiarato Marcello Lotti, CEO della WSC e ideatore della categoria –. L’anno scorso abbiamo avuto 240 gare in 28 Paesi diversi. È un concetto tecnico internazionale e dai costi assolutamente accessibili. Non esiste al mondo qualcosa di comparabile in termini di rapporto tra budget e tecnica delle vetture. Il TCR Italy è importante per tutto il TCR internazionale e sono convinto che sarà un bel campionato italiano”.

Il TCR 2017 si articola lungo una stagione che conterà un totale di 7 tappe, tutte su doppia gara da 25 minuti + 1 giro, al via nel weekend del 7 maggio ad Adria e con il gran finale a Monza nel weekend del 22 ottobre, tutte trasmesse in diretta su Sportitalia.

Due i titoli di campione italiano in palio, rispettivamente per Conduttori e Costruttori, riservato alle vetture di omologazione internazionale TCR (classe unica fino a 2.0 turbo), mentre il Trofeo Nazionale Turismo sarà riservato alle vetture TCT di sola omologazione nazionale Aci Sport e comunque rispondenti al regolamento tecnico internazionale TCR.

Il format dei weekend prevede due sessioni di prove libere da 30 minuti (o turno unico da 60) e due turni di prove ufficiali da 15 minuti divisi da 10 minuti di neutralizzazione. Il primo turno di qualifiche determinerà la posizione in griglia di gara 1 e il miglior tempo ottenuto da ogni pilota nel secondo turno determinerà la posizione in griglia di gara 2.

CALENDARIO TCR 2017

Adria 7 maggio TCS F4
Misano 4 giugno SPRO TCS GT
Monza 18 giugno SPRO GT
Mugello 16 luglio SPRO TCS F4 GT
Imola 10 settembre TCS F4 GT
Vallelunga 24 settembre SPRO GT
Monza 22 ottobre TCS F4
(accanto alle date le concomitanze: GT Gran Turismo; SPRO Sport Prototipi; F4 Formula 4)