Citroen e Coca-Cola, una Sicilia più sostenibile con “Green Mobility Project”

Sibeg, imbottigliatore Coca Cola dal 1960, sarà la prima azienda in Europa a dotare la sua Field Force di 100 auto full electric Citroen C-Zero per i suoi 100 “sales executive”, sostituendo interamente quelle endotermiche attualmente in uso.

Sibeg "Green Mobility Project"

Ridurre in un anno 330 tonnellate di emissioni di CO2 sostituendo il proprio parco auto con una “Field Force” di 100 auto full electric, puntando inoltre all’istallazione in tutta la Sicilia di 50 colonnine adibite alla ricarica di auto elettriche. Tutto questo, in sintesi, è la missione concreta intrapresa da Sibeg, imbottigliatore di The Coca-Cola Company dal 1960, in collaborazione con Citroen Italia ed Enel.

Il “Green Mobility Project” rappresenta infatti l’ultima grande scommessa di questa storica azienda siciliana, un progetto illustrato durante una conferenza stampa patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del mare che si  è svolta nella giornata di ieri, martedì 16 giungo, nello stabilimento Sibeg di Catania. Un’operazione prima di tutto mirata alla sostenibilità  ambientale, quella annunciata dall’amministratore delegato di Sibeg, Luca Busi, sostenuta economicamente e interamente da Sibeg senza alcun finanziamento pubblico e con un investimento di ben 2,4 milioni di euro per il primo triennio. Un progetto, inoltre, che ricalca anche le direttrici di sviluppo della Regione Siciliana anticipando gli standard italiani del prossimo futuro in tema di  responsabilità sociale, etica e sostenibilità ambientale.

“Grazie alla partnership con Citroen Italia, doteremo 100 sales executive di mezzi totalmente elettrici con l’obiettivo di contribuire a diminuire sia le emissioni locali di anidride carbonica sia l’inquinamento acustico. Siamo certi che l’investimento effettuato contribuirà a dare un importante slancio al settore dell’e-mobility”, Luca Busi, a.d. Sibeg.

Una scelta al passo con i tempi quindi e che presenta molteplici benefici per l’ambiente ma anche per chi sceglie d’intraprendere la strada “verde”: le auto elettriche, infatti, non vengono sottoposte ai vincoli di circolazione, hanno una manutenzione ridotta, sono esenti da bollo per i primi 5 anni con costi assicurativi calmierati sui Kw motore e non sui cavalli e consentono di usufruire d’incentivi sull’acquisto.

Alla conferenza stampa hanno partecipato anche numerosi rappresentanti delle istituzioni, in particolar modo il sindaco di Catania, Enzo Bianco, che oltre a sottolineare l’importanza del “Green Mobility Project” per tutto il territorio siciliano, ha annunciato l’intenzione di rendere totalmente gratuito il parcheggio nelle “strisce blue” a tutti i possessori di auto elettriche, un ulteriore modo per incentivare l’utilizzo di auto che rappresentano concretamente il futuro della mobilità.

Grande entusiasmo anche da parte di Muhtar Kent, Ceo di The Coca-Cola Company che attraverso un video messaggio ha rimarcato l’importanza di questa iniziativa.

“In tutto il sistema Coca-Cola ci siamo sempre impegnati per fare la differenza, in modo positivo e duraturo. Sibeg è l’esempio di questo impegno, per una sostenibilità ambientale che dura nel tempo. Grazie all’utilizzo di veicoli a zero emissioni contribuirà a migliorare la comunità in cui opera e il mondo intero”, Muhtar Kent, Ceo di The Coca-Cola Company.

Protagonista di questa iniziativa sarà quindi, soprattutto, la Citroen C-Zero, auto full electric che verrà consegnata a tutti i 100 “sales executive” di Sibeg per svolgere le loro consegne giornaliere. Zero litri di carburante, zero emissioni di CO2 durante la guida, zero inquinamento acustico sono le caratteristiche della C-Zero, aspetti che porteranno nel giro di un anno a ridurre le emissioni di CO2 pari alla quantità assorbita da 24.750 alberi, 31 campi di calcio per rendere meglio l’idea.

“Questo importante progetto è la dimostrazione di come sia possibile sviluppare la mobilità elettrica quando vi è sinergia tra i vari attori: aziende virtuose, Case auto, utility di energia elettrica ed enti pubblici. Questa flotta di C-Zero rappresenta la più numerosa in Italia e posiziona questo progetto all’avanguardia anche in Europa”, Angelo Simone, direttore Citroen Italia.

Nella speranza che sia solo l’inizio di un percorso che possa spingere sempre più aziende verso una mobilità sostenibile e al passo con i tempi, il “Green Mobility Project” rappresenta già oggi un progetto-pilota che speriamo possa diventare esempio per molte altre realtà nel mondo.